I Più Grandi Barman Dell'Hotel Del Mondo

Le nuove giunture dei cocktail possono essere funghi da Melbourne a Piazza San Marco, ma poiché i bevitori esigenti richiedono martini migliori, i veri bastioni di grandi bevande che si mescolano non sono questi luoghi pop-up indipendenti: sono i bar (spesso non dichiarati) nascosto negli alberghi.

"I bar dell'hotel hanno sempre guidato il gruppo, non sembra esserci alcuna pretesa quando si tratta di baristi dell'hotel", spiega Charlotte Voisey, un cocktail transatlantico che ha progettato bevande per il Gramercy Park Hotel di New York e il Dorchester di Londra, tra gli altri . Questo potrebbe essere perché non c'è nessuno che maneggi la corda di velluto o che controlli la porta di un hotel; dopo il portiere, il barista dell'hotel è spesso la prima persona che un cliente incontrerà. "Non si sa mai quando entrerà il figlio del re di Dubai", dice Voisey, "quindi devi presumere che ognuno sia un ospite stimato, e giustamente: si tratta di delicatezza, discrezione e servizio autentico".

Voisey spiega che i bar dell'hotel sono diventati oasi di cocktail durante l'era del proibizionismo, quando i mixologi fuggitivi come Harry Craddock fuggivano dall'America e costruivano buchi nelle istituzioni europee (Craddock era atterrato ai Savoia ed era il cervello dietro il suo iconico American Bar). In effetti, Londra è ancora un focolaio di un hotel-bar, in particolare grazie a Giuliano Morandin, la mente del Dorchester.

Oggi, nascosto nel bastione di protezione di un hotel, i bar dell'hotel rimangono ragionevolmente impermeabili agli alti e bassi, dando loro parti uguali longevità e complimenti. "Sono protetti dall'economia e dalle mode e tendenze a cui altre barre sono vittime", afferma Voisey. "E grazie a questo supporto, i bar degli hotel di solito hanno un programma di allenamento molto più stretto, insieme a maggiori investimenti e competenze".

Quindi, con la saggezza di Voisey a portata di mano, ci siamo spianati la strada in tutto il mondo per correggere una lista dei migliori baristi del mondo. Questi uomini e donne presiedono ai corsi d'acqua dell'hotel da Sydney a San Francisco; alcuni bar sono minimalisti chic, mentre altri evocano una casa di campagna inglese; alcuni sono leggende leggendarie, ma la maggior parte sono nuovi, favoriti dal radar.

Ad esempio, al Bemelmans Bar nel Carlyle Hotel di New York City, l'approccio creativo e purista di Brian Van Flandern al bartending include l'elaborazione del suo tonico con il chinino importato. E al nuovo design hotel di Pechino, The Opposite House, il magnifico cocktail australiano Sekmulic, un mix di cocktail, propone deliziosi drink con nomi sfacciati come Herbie Goes Detox nel bar dell'hotel, Punk and Mesh. Ciò che accomuna tutti questi hot spot è però l'impegno per il cocktail perfetto, grazie alla passione e all'abilità dei loro mixologist.

Quando si tratta di testare un barista dell'hotel, Voisey dice che dovresti aspettarti che ti riconoscano poco dopo essere entrati. "Non ci vuole mezzo secondo per alzare lo sguardo, sorridere o ammiccare per riconoscere un ospite", dice. E il miglior cocktail di prova? Un daiquiri, che tutti i mixologist hanno sentito ma non tutti hanno imparato. "È una bevanda molto semplice", afferma Voisey, "ma mostra se un barista può bilanciare dolcemente e agrodolce".

1 di 10 Per gentile concessione di The Dorchester

Giuliano MorandinLondon

Hotel: The Dorchester

Bar: Il bar Dorchester

Gloriously old school, il magnifico e affascinante Morandin è stato un apparecchio di Dorchester per oltre 30 anni, ma ancora merita riconoscimenti; è stato recentemente nominato Bar Manager of the Year ai Class Awards (gli Oscar per maestri di cocktail). È stato anche scelto per una campagna pubblicitaria Tanqueray con i migliori barman 10 del mondo, basati su hotel o altro. Morandin è stato un partner cruciale che ha supervisionato il recente rinnovamento del bar (in concerto con il designer Thierry Despont), tra cui il lunghissimo, strabiliante long bar.

Cocktail d'autore: Il Martinez

  • 1 oz. Dorchester Old Tom Gin
  • 1 1 / 2 oz. Punt e Mes
  • 1 / 2 oz. Maraschino Luxardo
  • L'amaro di Dorchester Boker

Shakerare insieme e versare in un bicchiere da martini. Spremi un tocco di arancia e fai un salto.

I barman più grandi del mondo

2 di 10 per gentile concessione di Hilton Hotels

Grant CollinsSydney

Hotel: L'Hilton Sydney

Bar: Zeta Bar

Collins, nata in Gran Bretagna, addestrata in America e in Australia, è una forza cocktail internazionale. Viene consultato su bar e liste dal New Jersey a Kuala Lumpur ed è noto per la sua abilità nel reinventare i cocktail classici, in un caso, decostruire un Cuba Libre in modo che il mix di lime e cola fosse un gigantesco cubo congelato e il rum lentamente lo sciogliesse (traduzione: più velocemente bevi, più forte è il cocktail). Il posto migliore per assaggiare le sue creazioni, però, è il bar sexy e scarsamente illuminato dell'Hilton Sydney, dove troverai spesso Collins a perfezionare nuovi concetti.

Cocktail d'autore: Gimtrite Sorbetto Cytrus

  • 2 1 / 2 oz. Belvedere Cytrus
  • 1 / 2 oz. lime cordial
  • Dash di sciroppo di zucchero
  • Paletta 1 fatta in casa sorbetto al limone e lime*

Agitare molto bene e filtrare bene in un bicchiere da martini. Guarnire prima con un tocco di limone e guarnire con una "aria" di agrumi o emulsione. **

* Per ottenere il litro 1 / 2 di sorbetto al limone e lime:

  • Pallina 1 di ghiaccio secco
  • 2 oz. succo di limone
  • 2 oz. lime cordial
  • 2 oz. sciroppo di zucchero
  • 3 / 4 oz. limonata

Miscela per 30 secondi fino alla consistenza del sorbetto, quindi super congelamento (-20 gradi Celsius) e conservazione.

** Per rendere l'emulsione di agrumi:

  • albumi 3
  • 2 oz. lime cordial
  • 1 oz. sciroppo di zucchero

Sbatti con il frullatore a immersione per secondi 90, poi raccogli "aria" o schiuma, dall'alto.

I barman più grandi del mondo

3 di 10 per gentile concessione di The Opposite House

Milan SekulicBeijing

Hotel: The Opposite House

Bar: Punk e Mesh

Il ventiquattrenne australiano Milan Sekmulic è un ragazzo prodigio del mondo dei liquori, che ha ottenuto il suo primo lavoro in un ristorante italiano a casa a Canberra all'età di 15 e ha gestito il bar lì un anno dopo. Ha continuato a vincere il suo primo concorso per cocktail all'età di 21, e ha cercato di aprire i nuovi bar in uno dei nuovi hotel boutique di Pechino, The Opposite House, in 2008. È conosciuto per le sue ricette esotiche, che si appoggiano pesantemente al gin, e ai suoi spiritosi nomi di cocktail, come Herbie Goes to Detox e One Handed Lover.

Cocktail d'autore: Aviazione di Apple e Ginger

  • 3 sottili fette di zenzero
  • 1 / 4 mela verde
  • 2 oz. Tanqueray Gin
  • 1 / 2 once. succo di mela
  • 1 / 2 once. succo di limone
  • 1 / 4 oz. sciroppo di violetta
  • 1 / 4 oz. sciroppo di zucchero

Mescolare gli ingredienti freschi nello shaker, quindi aggiungere gli altri ingredienti. Agitare pesantemente e raddoppiare. Servire in un bicchiere da martini e guarnire con zenzero sott'aceto.

I barman più grandi del mondo

4 di 10 Courtesy of Orient-Express Hotels

Roger BlaisNew Orleans

Hotel: Il tribunale di Windsor

Bar: Il Polo Club Lounge

Per i cocktail classici preparati alla perfezione, rifugiati in questa sala al secondo piano nel centro di New Orleans, presieduta da Roger Blais negli ultimi 15. Nato nel Michigan, Blais è un ex membro dello staff del leggendario Studio 54 di New York; è arrivato per la prima volta al Big Easy per lavorare nel settore petrolifero e poi è stato richiamato al barista. È uno scotch e cognac noto per l'eccezionale abilità nel creare bevande iconiche come la Pimm's Cup, oltre ad inventare nuovi classici come il suo decennale preferito, il francese Kiss Martini.

Cocktail d'autore: French Kiss Martini

  • 1 1 / 2 oz. Vodka Grey Goose
  • 1 / 3 once. Cointreau
  • 1 1 / 2 oz. Lillet Blonde

Versare gli ingredienti in uno shaker martini su ghiaccio, agitare e versare nel bicchiere da martini. Guarnire con una fettina d'arancia.

I barman più grandi del mondo

5 di 10 Per gentile concessione di Plaza Athenee

Thierry HernandezParis

Hotel: Il Plaza Athénée

Bar: Le Bar du Plaza Athénée

Hernandez, nato e cresciuto a Parigi (che lavorava al leggendario hotel George V subito dopo il suo compleanno 16th) è uno dei guru della mixologia molecolare. Ha sparato alla fama di 10 anni fa con le sue giocose modifiche sui cocktail gelati classici serviti su lastre di vetro con spiedini di legno, stile canapè e tocchi più spaziali, tra cui drink serviti con atomizzatori aromatizzati la cui foschia dovrebbe essere sputata a metà trangugiare per fornire il contorno finale.

Cocktail d'autore: Mojito nero


  • 10 foglie fresche di menta
  • 1 cucchiaino di zucchero bianco cristallino
  • 1 lime fresco
  • 6 more fresche
  • 1 oz. Blavod vodka
  • 1 / 2 oz. liquore alle more
  • 1 / 2 once. succo di limone
  • 1 oz. acqua di seltz

Muddle menta fresca, zucchero, lime e more in vetro. Aggiungere il Blavod e mescolare, quindi aggiungere sei cubetti di ghiaccio e mescolare. Riempire il bicchiere con acqua gassata e mescolare di nuovo. Versare il bicchiere highball, guarnire con menta fresca e fetta di lime e servire.


I barman più grandi del mondo

6 di 10 Per gentile concessione di Creative Cocktail Consultants Corp.

Brian Van FlandernNew York City

Hotel: Il Carlyle

Bar: Bemelmans Bar

Van Flandern è una rarità tra i baristi, dato che il suo background è il blue-chip Michelin (ha guidato il bar quando Per Keller di Thomas Keller ha aperto a New York in 2004). Non passò molto tempo prima che le abilità di prima classe come quelle piene di talento portassero il leggendario Bemelmans Bar a frugare lui ea rovesciare la sua lista di cocktail. Conosciuto per fare cocktail amichevoli, Van Flandern ama prestare particolare attenzione agli ingredienti; cucina acqua tonica fatta in casa con polvere di chinino importata dal Brasile, e persino cerca Internet per gli amari rari 19th secolo da utilizzare per ricreare ricette classiche.

Cocktail d'autore: Agave Gingerita


  • 1 albume d'uovo
  • 1 / 2 oncia succo di lime fresco
  • 2 oz. Don Julio Blanco 100% Agave
  • 1 oz. succo di zenzero appena spremuto
  • 1 / 2 once. nettare di agave
  • 1 / 16 once. Amaretto

Scuotere il bianco d'uovo e il succo di lime nello shaker shaker di Boston fino ad ottenere un composto schiumoso. Aggiungere il ghiaccio e gli ingredienti rimanenti e agitare di nuovo energicamente. Servire in un bicchiere di pietra con contorno di zenzero candito.


I barman più grandi del mondo

7 di 10 Per gentile concessione di Mina Group

Marcovaldo DionysosSan Francisco

Hotel: The Westin St. Francis

Bar: Il Clock Bar

Addestrato a Portland, nell'Oregon, Dionysos era una leggenda locale che la sua diserzione verso San Francisco 13 anni fa suscitò un'obiezione ironica nel settimanale alternativo locale. Ora è un liquore in questa città da buongustai, uno dei membri fondatori del capitolo locale della United States Bartenders 'Guild, e un appassionato di cocktail auto-ammesso che ha accumulato una collezione di oltre i libri di cocktail vintage 300.

Cocktail d'autore: Chartreuse Swizzle


  • 1 1 / 4 oz. chartreuse verde
  • 1 / 2 oncia Velvet Falernum
  • 1 oncia succo di ananas
  • 3 / 4 oz. lime

Costruire in un bicchiere alto, aggiungere ghiaccio tritato e mescolare. Guarnire con un rametto di menta e noce moscata.

I barman più grandi del mondo

8 di 10 Per gentile concessione di The Wynn, Las Vegas

Patricia Richards Las Vegas

Hotel: Wynn Encore

Bar: The East Side Lounge

Richards, nato a Vancouver, ha iniziato come cuoco di linea nei ristoranti prima di unirsi alla parte anteriore della casa come barista. Il veterano di sette anni amante della tequila ora ha ideato le liste della collezione di bar di Wynn Encore - una forte quantità di locali 26 - ma ha spesso trovato mescolare margaritas con un mix di aspro fresco (niente succhi in bottiglia, grazie mille) l'East Side Lounge nella nuova dependance Encore.

Cocktail d'autore: Sinatra Smash


  • 4 more fresche
  • 1 1 / 2 oz. dolce e aspro fresco
  • 1 / 4 oz. Sonoma semplice sciroppo alla vaniglia
  • 1 / 2 oz. Brieett Crème de Cassis
  • 1 1 / 2 oz. Gentleman Jack Tennessee Whisky

In un mixing glass, muddle more e Sweet & Sour. Aggiungere gli ingredienti rimanenti e agitare con ghiaccio fino al raffreddamento. Filtrare su ghiaccio tritato in un bicchiere vecchio stile. Guarnire con rametto di menta spolverato con zucchero a velo e servire.


I barman più grandi del mondo

9 di 10 Per gentile concessione di Peninsula Tokyo

Mari KamataTokyo

Hotel: The Peninsula, Tokyo

Bar: Peter

Più che altrove, la scena del bartending retrò in Giappone è rigorosamente un club per soli maschi, il che rende ancora più impressionante la posizione dominante di Kamata come bar allo sky bar in cima al nuovo hotel Peninsula. Negli ultimi anni 10, è passata dalla cameriera al mixologist, superando la rigorosa certificazione della Hotel Bartenders Association e partecipando a numerosi concorsi di cocktail locali. Kamata è famosa per il suo cocktail Tokyo Joe, che presenta una lumaca della tanto amata Drambuie di Humphrey Bogart ed è servita dall'hotel in un bicchiere appositamente progettato.

Cocktail d'autore: Tokyo Joe

  • 3 / 4 oz. Bombay Sapphire Gin
  • 1 / 2 once. Drambuie
  • 3 / 4 oz. ume liquore
  • 1 1 / 2 once. succo di mirtillo
  • 1 / 2 once. succo di limone fresco

Versare tutti gli ingredienti in uno shaker, aggiungere il ghiaccio, agitare bene e versare in un bicchiere da martini.

I barman più grandi del mondo

10 di 10 Seth Browarnik / Red Eye Productions

John LermayerMiami

Hotel: Il Delano

Bar: La stanza della Florida

Ora regnante sul retro, il covo del seminterrato ispirato a Cuba progettato da Lenny Kravitz, il veterano di 27 Lermayer è stato inizialmente attirato a Miami dagli Hamptons di New York con la possibilità di gestire il bar dietro il nightclub Groove Jet. È uno standout appassionato di whisky che si è aggiudicato il primo posto al Bar Chef Challenge al Tales of the Cocktail di 2008 (la risposta alle Olimpiadi dei mixologi inzuppata di alcolici).

Cocktail d'autore: Jackie Rose

  • 1 1 / 2 oz. Jack Daniels
  • 1 oz. rosmarino semplice
  • 1 / 2 once. succo di limone
  • Sciroppo d'acero a scaglie 2
  • 1 1 / 2 oz. sidro di mele

Agitare, filtrare il ghiaccio in un bicchiere di cristallo molato, guarnire con rametto di rosmarino e ciliegia amarena e servire.


I barman più grandi del mondo