Perché Vuoi Visitare Vienna In Questo Momento

Getty Images

La bellezza mozzafiato di Vienna, le deliziose torte e la ricca eredità culturale ne fanno una meta di viaggio europea ideale.

Mentre sorseggiamo un mélange (la versione viennese del cappuccino) e rosicchiamo sulla sacher-torte al Café Sacher, una visita per vedere il "Bacio" di Gustav Klimt al Belvedere e una notte alla famosa Opera di Stato di Vienna e un bicchierino al Loos I bar sono tutti buoni modi per vedere la capitale austriaca, c'è anche una scena emergente piena di cibo, divertimento, moda e arte.

"Non è solo la sua gloria passata, ma in realtà rappresenta ciò che la città rappresenta per ora", ha dichiarato Christina Steinbrecher-Pfandt, direttore artistico della fiera internazionale d'arte viennacontemporary.

Per otto anni consecutivi, la capitale austriaca - nota come Wien nel tedesco locale - si è guadagnata il primo posto nell'annuale indagine Mercer sulla qualità della vita. Sebbene la città di 1.8 milioni di persone non sia più la scintillante capitale culturale che era agli inizi degli 1900, i creativi vi si stanno affollando ora grazie alla sua alta qualità di vita, all'abbondanza di cultura, al paesaggio urbano accuratamente curato e al basso costo della vita.

"È un punto davvero cruciale", ha dichiarato Marianne Dobner, che è tornata di recente a Vienna per prestare servizio come curatrice al Museum Moderner Art (Mumok). "Altri giovani artisti stanno tornando. È più economico."

Accanto alle necessarie fermate turistiche di Vienna, assapora la nuova Vienna attraverso le sue persone e i suoi luoghi. Assapora una tazza di caffè artigianale mentre esplori la moderna cultura dei caffè viennesi al rien, cattura uno dei tanti artisti emergenti della città nelle sue nuove gallerie e trova oggetti nelle sue boutique da uno dei giovani stilisti della città. Forse prenderai il prossimo Klimt o ascolterai il prossimo Mozart.

1 di 16 Nina Keinrath / Friendship.is / Courtesy of Rien

La cultura del New Café

Nel suo periodo di massimo splendore, la cultura del caffè viennese offriva spazio - per coloro che avevano il tempo di sorseggiare un caffè - per socializzare, leggere giornali e lavorare. Personaggi come Sigmund Freud, Leon Trotsky, Egon Schiele e Gustav Klimt erano tra i patroni dei caffè di Vienna. Rien, l'interpretazione moderna di Philipp Haufler del direttore creativo della cultura viennese del caffè situata a Michaelerplatz nell'ex Café Griensteidl offre nuove interpretazioni di oggetti tradizionali come la Sachertorte, che ha la forma di un rettangolo e più umido dell'originale, così come i cocktail artigianali realizzati con reperti forati - tutti con vista sul Palazzo di Hofburg.

"Puoi venire dal martedì alla domenica e prendere un caffè, una torta, e alla sera c'è un ristorante e un bar, e poi siamo aperti a tutto, come leggere, discutere, ascoltare musica, concerti", ha detto Haufler. Jonas Reindl e Café Le Marché sono tra gli altri caffè moderni di Vienna.

2 di 16 Per gentile concessione di Veganista

Gelato

Dicono che le mucche alpine producono il miglior latte e ciò significa un gelato eccezionale. Una rinascita del gelato si svolge a Vienna: Eis Greissler, che presenta sapori strani come gli asparagi a fianco di quelli tipici come il cioccolato e la nocciola, ama dire che il suo gelato va dalla "mucca al cono". Per i vegani, c'è il Veganista biologico, con sorbetti come lampone e calamansi, un piccolo agrume dall'Asia, così come la torta di carote e i biscotti e la crema più tradizionali.

3 di 16 Doris Heinrich / Per gentile concessione di Habibi & Hawara

Habibi e Hawara

Habibi & Hawara non è solo un gustoso ristorante che serve sontuosi shawarma e saporiti falafel. Il ristorante tratta con rispetto sia gli ospiti che i dipendenti, indipendentemente dalla loro razza, religione o sesso e impiega circa una dozzina di rifugiati siriani.

4 di 16 Matthias Aschauer

Zur Herknerin

Stefanie Herkner, figlia di uno dei più famosi chef austriaci negli 1970 e negli 80, Heinz Herkner ha deciso di seguire le orme del padre. Il giovane Herkner è lo chef e ristoratore dietro l'affascinante ristorante Zur Herknerin dell'4th District, che serve autentica cucina casalinga austriaca e attrae artisti locali, musicisti e mercanti d'arte. Per un piatto principale o un dessert, nei mesi più caldi prova i marillenknödel (gnocchi di albicocche), e quando il tempo si raffredda, vai per lo zwetschgenknödel (gnocchi di prugne).

5 di 16 per gentile concessione di Krypt

Krypt

Krypt non è in realtà un luogo di sepoltura o una cappella, come il suo nome implicherebbe, ma è la lounge più calda di Vienna, dove design e arte si fondono insieme. Avventurati giù per le scale e vedere opere d'arte di una serie di artisti austriaci tra cui Alex Ruthner, che ha una pittura astratta di grandi dimensioni dietro il bar, e Constantin Luser, le cui delicate sculture di filo metallico adornano un corridoio. Mescolatevi con i creativi viennesi sorseggiando cocktail come i Bunny Daiquiri, fatti con Bacardi, lime fresco, zucchero e succo di carota biologico, e il Salty Boulevard Sour, un mix di quattro rose Orange Bourbon, una riduzione di chianti, limone fresco e acqua salata.

6 di 16 Per gentile concessione di Grelle Forelle

Grelle Forelle

Quando si tratta delle discoteche più cool, Berlino ha Berghain e Vienna ha Grelle Forelle. "Ogni festa è divertente tanto quanto le persone che frequentano", ha detto un portavoce del club. "Non abbiamo prenotazioni, nessun servizio di bottiglia, nessun trattamento VIP per nessuno. Non tolleriamo alcuna intolleranza di alcun tipo. "Ballate tutta la notte in concerti di famosi DJ come la leggenda della techno Richie Hawtin e esibizioni di artisti del calibro di Mykki Blanco.

7 di 16 Daniel Gebhart de Koekkoek

Guerilla Bakery

Vienna è la capitale della torta e nessun viaggio a Vienna è completo senza abbandonarsi a una delle confezioni di Demel. Provate il Punschkrapfen, un piccolo cubetto con torrone al rum, albicocca ricoperto di glassa rosa, o l'Annatorte, una delizia al cioccolato e al torrone. Per qualcosa di un po 'più moderno, fai una visita a Guerilla Bakery, dove le tre sorelle Vorarlberg preparano torte al limone, brownies, oreo balls e altro dalla loro farina di grano austriaca.

8 di 16 Miguel Medina / AFP / Getty Images

Moda

Sebbene Vienna non sia una capitale della moda come Londra, Milano o Parigi, non mancano certo i talenti del design in città. Fashion bigwigs come Karl Lagerfeld, Raf Simons, Helmut Lang, Jil Sander e Vivienne Westwood gravitano verso Vienna per insegnare musica all'Università di Arti Applicate. Tra gli stilisti emergenti della città figurano Mira Rosenhek, la designer dietro la linea di borsette R.Verve, l'Arthur Arbesser con sede a Milano e la con sede a Berlino Marina Hoermanseder e la consolidata Helga Schania e Hermann Fankhauser di Wendy & Jim.

9 di 16 Per gentile concessione di Peng!

Peng!

Prende il nome da una rivista di moda indie ora chiusa, Peng! è un negozio di vendita al dettaglio curato con cura che porta una vasta gamma di vestiti da vintage Raf Simons a Arthur Arbesser della scorsa stagione alle giacche in pelle 1990s 8s palla. Alla ricerca di un souvenir unico di Vienna? Scegli una delle felpe Wien di Peng !, che mostra il nome tedesco della città nella parte anteriore e una mappa sul retro.

10 di 16 Ruth Ehrmann / Courtesy of Carmen & Antonia

Carmen e Antonia

La designer grafica e interior designer Kornelija Ersoy e Andrea von Bonin hanno collaborato per aprire Carmen & Antonia, un concept store nel 8th District che offre di tutto, dai gioielli ai giocattoli per cani fino agli accessori per la casa.

11 di 16 Per gentile concessione di Saint Charles Apotheke

San Carlo Apoteke

Mentre la farmacia di St. Charles Apotheke ha aperto a 1886, negli ultimi anni questa famosa località di bellezza e cura ha aggiunto Saint Charles Cosmothecary dall'altra parte della strada, vendendo cosmetici biologici e un Aliced ​​(inn) con spa al primo piano. Scopri i rimedi naturali a base di erbe della casa: che trattano tutto, dall'affaticamento alla depressione, all'insonnia e ai suoi saponi e idratanti.

12 di 16 Christian Heinz / Alamy

Cultura creativa

Negli ultimi 1800 e nei primi 1900 artisti come Gustav Klimt e Egon Schiele hanno cementato il ruolo di primo piano di Vienna nella storia dell'arte. Oggi, una scena emergente continua la tradizione artistica di Vienna. Tra gli artisti da vedere c'è Bernhard Buhmann, i cui dipinti luminosi fondono astrazione e surrealismo; Philip Mueller, che dipinge scenari fantastici e immagini; Constantin Luser, il cui lavoro spazia da disegni complessi a grandi sculture interattive realizzate con strumenti musicali; Charlotte Klobassa, che sperimenta con l'astrazione lineare; e Flora Hauser, che usa la matita su tela nelle sue opere monocromatiche.

13 di 16 Alexander Murashkin / Courtesy of Vienna Contemporary

Galleria Boom

Negli ultimi due anni a Vienna sono sorte una dozzina di gallerie d'arte, tra cui la Galerie Nathalie Halgand, situata di fronte al famoso Naschmarkt; One Work Gallery, che visualizza in realtà un pezzo alla volta; e Galerie Lisa Kandlhofer. Per vederli tutti in un unico luogo, fai una visita alla fiera annuale della città, viennacontemporary, che si svolge ogni settembre.

14 di 16 iStockphoto / Getty Images

Arte nel parco

Il Tempio di Teseo, una struttura 19 secolo ispirata ai templi greci, nascosto nel mezzo del giardino di rose del parco Volksgarten, ospita una mostra annuale di un artista contemporaneo - Kathleen Ryan, Ugo Rondinone e Susan Philipsz hanno tutti installato lì in passato - fa parte del Kunsthistorisches Museum della città.

15 di 16 Per gentile concessione di Reaktor

Piattaforma reazionaria

Reaktor, situato in una ex sala da ballo dell'inizio del secolo nel 17th District, offre un palcoscenico multidisciplinare per arte, musica, cinema, letteratura e danza. Aspettatevi di vedere un buffet di offerte culturali, dai concerti di musica classica contemporanea a festival e film indipendenti.

16 di 16 Manfred Gottschalk / Lonely Planet Images / Getty Images