Visitare L'Isola Di Malta

Quando mi è stata offerta per la prima volta l'opportunità di recarmi a Malta, ho avuto un paio di associazioni immediate, nessuna delle due è stata saturata dallo spirito vacanziero. Uno era The Maltese Falcon, il film noir per antonomasia, in cui Humphrey Bogart è tradito da Mary Astor e accompagnato nel tradimento da Peter Lorre e Sydney Greenstreet. Non so voi, ma quando penso a qualche giorno di relax, Peter Lorre e Sydney Greenstreet non sono i miei compagni di scelta.

La mia seconda associazione più vaga era con i Cavalieri di Malta. Credevo che le persone fossero state create da Cavalieri di Malta principalmente per aver donato molti soldi alla Chiesa Cattolica Romana. Francis Ford Coppola deve aver avuto la stessa idea, perché Il padrino, parte III si apre con l'induzione di Michael Corleone - dopo aver dato milioni alla Chiesa per aiutare i bambini poveri in Sicilia - nell'Ordine di San Sebastiano, un cavaliere di Malta sottilmente travestito.

Ero anche un po 'incerto sulla posizione esatta di Malta. Ho saputo che il paese è composto da tre isole: una di nome Malta e due più piccole, Gozo e Comino. Sono alcune miglia 60 a sud della Sicilia e 160 miglia a nord della Libia. L'isola principale è solo 95 miglia quadrate.

Leaping dalla geografia alla storia, come è mia abitudine, ho imparato che Malta, come la Sicilia, è stata ripetutamente colonizzata, prima dai Fenici - da 800 a 600 aC-- poi da Cartaginesi, Romani, Bizantini, Arabi, Normanni, e tutte le grandi potenze europee, fino a quando le isole passarono sotto la corona aragonese (ora spagnola) in 1282. Inserisci i Cavalieri, a cui il re Carlo V diede a Malta una casa in 1530. In 1565 i Cavalieri hanno respinto un attacco turco contro le isole, e sembra che abbiano passato i successivi anni 250 come fraternità su una baldoria. Coleridge disse dei Cavalieri (che dovevano nominalmente obbedire ai voti di povertà, castità e obbedienza), "Ogni rispettabile famiglia aveva un certo cavaliere per un mecenate come una cosa ovvia, e per lui l'onore di una sorella o di una figlia fu sacrificato, altrettanto naturalmente, ma perché dovrei camuffare così la verità? Ahimè! In nove casi su dieci, questo mecenate era l'amante comune di ogni donna della famiglia. " (Al momento, i Cavalieri di Malta sono impegnati in opere di beneficenza, sono incaricati del Corpo di Ambulanza di St. John.) In 1798 il Gran Maestro dei Cavalieri si arrese a Napoleone, e la Gran Bretagna e la Francia combatterono sulle isole fino al dominio britannico è iniziato in 1800. L'indipendenza non è arrivata fino a 1964.

Ciò che mi ha indotto a salire su un aereo diretto a Malta era principalmente due cose: la certezza che le acque intorno a esso fossero le più pulite e le più limpide del Mediterraneo; e l'informazione che Caravaggio, che era stato commissionato dai Cavalieri, lasciò lì due dipinti. Il blu mediterraneo e i miei caravaggios (semi) privati. E, cruciale per me: è possibile aggirare Malta con i mezzi pubblici. Vale a dire, potrei vivere il Mediterraneo senza dover affrontare quei matti che guidano a miglia 120 all'ora. Un altro vantaggio: l'inglese è una delle due lingue dominanti.

Ho volato da JFK a Heathrow, dove ho appreso mentre aspettavo la mia connessione che la maggior parte dei miei compagni di volo erano giocatori di bowling irlandesi diretti a Malta per un torneo di bowling europeo. In qualche modo, questo non mi ha fatto pensare che Marlene Dietrich avrebbe potuto interpretarmi nel film. A bordo, ho ascoltato almeno un centinaio di cori di "When Irish Eyes Are Smiling". Un membro del team aveva portato una chitarra. Era, fortunatamente, solo un volo di due ore.

Il mio umore migliorò quando raggiunsi Le Meridien Phoenicia, appena fuori la porta della città di Valletta. La Fenicia è una reliquia dell'aspetto più gradevole del colonialismo britannico. Un'antica villa in pietra color miele, pavimentata in marmo e circondata da palme, suggerisce la possibilità di un relax distaccato dall'ansia di guardare bene di fronte ai giovani europei del nubile in lycra. La mia stanza aveva una terrazza e una vista sul porto di La Valletta - circondata da fortificazioni murate, era originariamente usata per la difesa militare, sebbene le imbarcazioni da diporto ormeggiate lì richiamassero solo le associazioni pacifiche. Mi diressi verso la piscina su una passerella lussureggiante, passando per ibiscus e oleandri, il giardino delle erbe del cuoco e una penna di galline che decisi di non conoscere, nel caso in cui potessero essere a cena. Un giovane con la tipica colorazione maltese (come apprenderei) - capelli scuri, pelle color ruggine, occhi castano chiaro - era felice di portare un Cinzano Bianco alla mia chaise. Mi sentivo molto, molto meglio. Stavo pensando di restare a bordo piscina per sempre.

Ma io sono, per natura, un viaggiatore troppo colpevole per una cosa del genere. Se posso visitare almeno una vista nel giorno del viaggio aereo, ho spezzato la maledizione del secolo 20th. Così ho fatto la doccia, vestito con abiti leggeri (alle sei, l'aria conteneva ancora il caldo di mezzogiorno), e ho attraversato la Porta della città verso il centro della città.

La Valletta ha il fascino di una seconda città italiana, un vero fascino. Queste città offrono un senso di apertura, opulenza e grandiosità senza la pressione di 50 che non può mancare di vedere che saresti un pazzo e un buono a lasciarsi sfuggire. Sebbene la maggior parte dell'architettura di La Valletta risale ai secoli 16th e 17th, la maestosità del barocco si fa sentire senza un senso opprimente di monumentalità. I balconi in legno, solitamente dipinti di blu o verde brillante, conferiscono ai grandi edifici in pietra una personalità domestica. Le strade sono ampie, e anche se Valletta dopo le otto non è Times Square (la maggior parte dei giovani vive nella periferia alla moda), l'usanza mediterranea di prendere un Passeggiata dà a Italofili un assaggio di ciò che è gradevolmente familiare. La Valletta è costruita su un altopiano e le strade si immergono drasticamente nell'acqua, alcune hanno dei gradini tagliati. Ovunque ci sono panorami deliziosi e scorci sul mare.

Mi sono imbattuto nella concattedrale di San Giovanni, la cui severa facciata sembra più militare che ecclesiastica. Ma l'interno è splendido: nella più grande tradizione dell'Alto Barocco, ogni centimetro di muro è coperto da una scultura arabescata. I pavimenti sono lapidi in marmo, poesie tono su ambra e nero i cui motivi a mosaico raffigurano allegoricamente le vite dei Cavalieri sepolti sotto. Alcuni sono sontuosi, con disegni di frutta e fiori; altri sono araldici, basati su stemmi. Su uno uno scheletro ghignante tiene nella mano ossuta un libro illuminato.

Il mio cuore batteva più forte mentre camminavo verso il museo della cattedrale, dove erano esposti i Caravaggios. Il museo era chiuso, ma la guardia mi ha detto che si sarebbe aperto la mattina.

"I Caravaggios ci sono?" Ho chiesto eccitato.

"Oh, signorina," disse, ei suoi occhi castano chiaro erano tristi. "Solo uno è lì, il migliore, La decapitazione di San Giovanni Battista, è in restauro a Firenze. "

Mi sentivo come qualcuno che ha visto una ciotola d'argento piena di caviale a capotavola, e quando finalmente le è passato, scopre che è vuoto. Non c'era niente da fare per il mio dolore, ma bere un frullato al pistacchio. Sedevo in Piazza della Repubblica, al Café Cordina, sotto un pergolato coperto di foglie; un uomo su un organo portatile suonava canzoni italiane un tempo popolari - "Volare", "Santa Lucia". Il cameriere mi chiese se fossi russo. No, americano, ho detto. La sua risposta è stata musica per le mie orecchie: "Non molti americani vengono qui". Un altro buon motivo per visitare Malta. Non ci sono molti posti dove un americano sembra esotico.

Nel mio stato di stanchezza, la sicurezza e la tranquillità delle strade di La Valletta erano un sollievo. Nessuno stava gridando; nessuno stava elemosinando; le vetrine e le pareti del negozio erano prive di materiale pornografico. Era perfettamente possibile che una donna stanca, di mezza età, anche un newyorkese, arrivasse al suo albergo senza sentire l'ombra di una minaccia alle sue spalle.

Ho cenato al ristorante Phoenicia, la Phoenix, che ha un aspetto di bordo. Le tende verdi e bianche sbattevano e una brezza rinfrescava l'aria afosa della sera. Le specialità erano piacevoli ma non banali: avevo uno stufato di polpo al pomodoro e il bianco locale maltese, un Pinot Grigio leggero e piuttosto piacevole. Il mio cameriere era giovane, desideroso e cordiale. Mi ha chiesto se ero tedesco.

Ho fatto colazione presto sulla terrazza, guardando le vele bianche nel porto; poi ho fatto una nuotata - alle otto il tempo era più che abbastanza caldo - e ho deciso di dedicare la mia giornata a un tour a piedi di La Valletta.

A 9: 30, il museo della cattedrale aperto. Se la St. Giovanni non c'era, almeno il San Girolamo era. Rimasi solo in una stanza buia, parte della cattedrale. File di dipinti religiosi del Rinascimento coprivano la maggior parte delle pareti. E lì, illuminato da una lampadina che sembrava essere la pura luce dell'ispirazione artistica, c'era un dipinto la cui ovvia grandezza mi faceva fermare il cuore.

Caravaggio San Girolamo è a torso nudo. Il suo petto glabro è muscoloso, le braccia forti. Lui non è un giovane uomo. La sua calvizie fa un piano rugoso della sua fronte, solcato dal travaglio della scrittura. Afferra una penna; l'altra mano è tesa di sforzo e concentrazione. Sul suo tavolo ci sono un teschio, un crocifisso, una pietra e una candela in un supporto di ottone. Sullo sfondo scuro c'è un cappello rosso, che si riferisce al rosso del mantello che copre la metà inferiore del suo corpo proprio come le rughe della sua pancia fanno rima con le rughe della sua fronte. Questo è un dipinto sul non essere più giovani, sulla lotta della scrittura di fronte alla morte, il cui approccio non è lontano.

Il dipinto è a La Valletta perché Caravaggio, che aveva problemi di controllo degli impulsi (lasciò Roma per Napoli dopo aver ucciso un uomo in un litigio ubriaco), colse l'opportunità di essere nominato Cavaliere dell'Ordine di San Giovanni e così dotato di rispettabilità. Il dipinto è segnato con la croce di Malta, simbolo dell'ordine. Sfortunatamente, Caravaggio si è messo nei guai a Malta; si dice che abbia combattuto e ferito uno dei Cavalieri. La storia racconta che il suo breve tentativo di migliorare la sua reputazione è finito in una condanna a morte e che è fuggito dall'isola in segreto.

Dopo la siesta mi sono trasformato in una camicetta senza maniche, poi sono partito per la chiesa di St. Paul's Shipwreck. Allegramente, il custode mi mostrò una varietà di resti di seta: stampati, pastelli e brillanti monocromi. Potrei avere la mia scelta di coprirmi le spalle: le donne non possono entrare a piedi in una chiesa cattolica a Malta.

San Paolo è una presenza importante a Malta. The Acts of the Apostles racconta del suo naufragio maltese, probabilmente in 60, mentre stava viaggiando da Gerusalemme a Roma per essere processato per incitare una rivolta nella Città Santa. Una volta a Malta, San Paolo ha curato il padre del governatore romano di Malta, Publio. Il governatore si convertì e il Cristianesimo fu fondato a Malta.

Un altare della chiesa mostra un reliquiario d'argento. Attraverso la sua finestra centrale di vetro, circondata da diamanti, ho intravisto quello che si crede sia il polsino destro di San Paolo.

Mentre camminavo su e giù per le strade di La Valletta, ero consapevole del passato britannico dell'isola. Quel lato insignificante della sensibilità inglese - sai, quello che ha inventato i coinquilini del tè - si era fatto conoscere qui in istituti come Cuddles Nursery School e il Teeny Weeny Shop, che vende abbigliamento per bambini. Ma c'erano indizi che l'esperienza coloniale non era stata completamente digerita ... piccoli errori come un parrucchiere chiamato Noel's Talking Hair e una macchina per il ghiaccio nel mio albergo chiamato Sanity Dispensing Machine.

Riflettendo su questi segni, sono andato alla cattedrale anglicana di St. Paul. A differenza della Concattedrale di San Giovanni e della Chiesa di Naufragio di San Paolo, la cattedrale anglicana è in stile britannico: volutamente semplice. Una parete è coperta da un broccato color oro e vino dal pavimento al soffitto. Ci sono cuscini inginocchiati a punto croce con disegni araldici e disegni a matita di donne vittoriane piuttosto che santi. Un epitaffio della moglie di un governatore recita LOVAMENTE IN TANTI MODI, il che mi suggeriva più una pubblicità di sapone che la promessa di una vita eterna. Quanto era diversa questa apertura ariosa e non comprovata dagli interni barocchi decorati seriamente delle chiese cattoliche - tanto diversa quanto il disegno a matita di una signora in riccioli è da un reliquiario con un polso, tanto diverso quanto IN MODO MOLTO DIVERSO da immagine di uno scheletro in possesso di un libro nelle sue dita ossute.

Ho fatto una visita nel tardo pomeriggio al mio Caravaggio, ho nuotato nella piscina dell'hotel, poi sono andato al ristorante sul tetto dell'Hotel Castille. La vista del porto era deliziosa; in lontananza potevo vedere i fuochi d'artificio. La cena rappresentava il meglio della cucina britannica. L'orata alla griglia (un pesce dalla carne bianca che sa di trota) era meravigliosamente fresca, servita in stile inglese, con patate bollite e due verdure. Il mio cameriere mi ha chiesto se ero italiano.

A mezzanotte, in piedi sulla mia terrazza per un'ultima boccata d'aria notturna, ho notato di nuovo i fuochi d'artificio. L'uomo alla reception dell'albergo mi ha detto che erano per una festa, la festa di San Paolo, che si stava celebrando a Rabat, una città a sud-ovest di La Valletta, vicino al villaggio medievale di Mdina.

Il mattino dopo ho messo da parte i miei piani per il Mediterraneo per andare alla festa di Rabat. Ho deciso di prendere un autobus per le porte della città di Mdina. Gli autobus maltesi, dipinti di giallo e arancione, assomigliano a quei veicoli antropomorfi nei libri per bambini: i loro fari sembravano occhi sorridenti, i loro parafanghi generosi, bocche ridenti. Mi piaceva viaggiare con madri e bambini, con adolescenti che si stringevano a sé, con nonni sdentati che indossavano berretti e tre giorni di barba. Sopra il parabrezza, nella sceneggiatura, c'erano le parole PLAY AS YOU GO.

Mdina di domenica era una città fantasma, ei miei tacchi suonarono sui ciottoli. Le strade erano senza alberi e austere; c'era una sensazione spiccatamente meridionale nel villaggio. Mi diressi lungo la strada per Rabat e mi fu detto che la vera festa sarebbe iniziata la sera. Così, nello spirito della festa, presi un altro autobus per St. Paul's Bay. Sopra il parabrezza di questo: LA VITA È IL CIELO.

Si dice che la baia di St. Paul sia la sede del vero naufragio. La spiaggia è rocciosa; le persone erano distese su grossi macigni, isolette dure su cui spalmavano asciugamani e bevande. In una sezione isolata un gruppo di donne ha preso il sole in topless. Ho creato uno scenario nella mia mente: St. Paul, noto per aver insistito che le donne coprano le loro teste in chiesa, terre qui 2,000 anni dopo, naufragò ancora una volta. Stropicciato, morendo di sete, si avvicina alle rocce. Un gruppo di donne in topless si alza e lo affronta. "Okay," gli hanno detto, "indosseremo cappelli, ma niente top."

L'intera città di Rabat era fuori per la festa. Diversi giovani robusti, vestiti in abiti di raso per l'occasione, portavano una statua a grandezza naturale di St. Paul, barcollante sulle loro spalle. Questo non era il feroce patriarca che negava il piacere, ma un timido zio che cerca di godersi la festa. Tutti gettarono coriandoli alla statua. Le case erano decorate con fiori, per lo più artificiali. La gente vendeva caramelle e bevande per strada. E ovunque, i fuochi d'artificio hanno dichiarato con orgoglio lo spirito di festa. Sull'autobus per tornare a La Valletta, gli adolescenti hanno flirtato e le nonne hanno schivato la loro disapprovazione.

Mi sentivo guadagnato la mia giornata in spiaggia, e ne ho scelto uno chiamato Golden Bay. Il mare era di un verde opalescente. Drammatiche scogliere erano sospese sull'acqua, creando un contrasto emozionante con la sua calma. La spiaggia era affollata (era, dopotutto, luglio), ma non così insopportabile. E l'acqua era, semplicemente, il paradiso ... irresistibilmente caldo, le onde giocose ma non alalarmanti e così chiare che si poteva vedere il fondo bianco e sabbioso. In lontananza si vedeva un albergo sgargiante, ma il turismo non aveva ancora rovinato i piaceri del luogo.

Il giorno dopo presi un taxi, una Mercedes guidata da un uomo dai capelli d'argento, sul pianerottolo per le barche che andavano alla Grotta Azzurra. Abbiamo guidato lungo una spettacolare strada rocciosa, oltrepassando una piccola insenatura rocciosa piena di maltesi tradizionali luzzu (barche da pesca) dipinte nei toni del blu scuro, rosa, giallo e rosso, con l'occhio del male necessario sempre presente sulla prua.

All'atterraggio della barca c'era una tipica collezione di stabilimenti balneari: giunchi di pesce e patatine, magliette e negozi di souvenir. Altri cinque turisti (due inglesi, tre tedeschi) e io sedemmo in un motoscafo color blu pavone. Navigando dentro e fuori dalle grotte, ho visto colori così luminosi che sembravano innaturali ... un blu metallico chimico che sembrava fabbricato. Con l'uscita della marea, le rocce si sono rivelate in vari strati per essere di colore rosa, viola e grigio bluastro. Il mio occhio era alimentato da una processione di vivacità: il colore dell'acqua, le rocce, le barche, il cielo blu e le rocce minacciose e minacciose.

Tornato a La Valletta quel pomeriggio, mi concessi una torta tradizionale, il cui odore di anice mi aveva attirato per giorni. Se dico che era qualcosa come un figo Fig Newton, sembra che non mi piacesse. Ma l'ho fatto. Era caldo, dolce e fritto, e sapeva di datteri e anice. Delicato non lo era, ma mi sono trovato impaziente di comprarne uno per ogni viaggio in autobus.

Ho lasciato il comfort del vecchio mondo della Fenicia il giorno seguente per trasferirmi in un nuovo hotel fuori città. La corsa in taxi verso il Westin Dragonara non mi ha riempito di speranza. Attraversai Sliema, il luogo desiderabile per i prospici Vallettani, pieno di orrende architetture contemporanee, tra cui una serie di condomini costruiti in stile jerry. L'area dello shopping è affollata da McDonald's, Kentucky Fried Chicken e Wimpy Bar in franchising. Diventai nostalgico per Republic Square, il Café Cordina, i miei dolci da datteri. Temevo per una Malta che si rivolge, se non ai turisti americani, ai turisti per i quali McDonald's è il pranzo di scelta.

The Westin Dragonara, che aveva aperto tre mesi prima del mio arrivo, dava l'impressione di essere finito 10 minuti prima del mio arrivo. La vernice non sembrava abbastanza asciutta. Avrebbe potuto essere un hotel in qualsiasi parte del mondo: gli stessi enormi corridoi, gli stessi pavimenti lucidi in finto marmo, il tappeto con l'odore residuo di una macchina nuova, i letti queen-size con copriletti fioriti. Ma la mia visione del Mediterraneo era spettacolare, e potei vedere, accanto a un molo per nuotare, una grande piscina a forma di rene circondata da chaise longue a cui i camerieri portavano cibo e bevande.

Il mio tour notturno di St. Julian's, il villaggio in cui si trovava il mio hotel, si rivelò scoraggiante per una persona della mia età. Strada dopo strada era affollata di discoteche piene di studenti che erano venuti in città per imparare l'inglese o l'italiano, e con i giovani (molto giovani) viaggiatori con pacchetti turistici economici (molto economici). La musica suonò; i videogiochi ronzavano, piagnucolavano e facevano rumori esplosivi. Ero felice di avere un brandy sulla mia terrazza e di fare piani per un viaggio il giorno dopo a Gozo.

Gozo, a sole miglia quadrate 26, è meno affollato dell'isola principale. È un posto di agricoltori e pescatori. In primavera è verde e fiorisce, ma non è stato evidente a luglio. La tradizione vuole che Gozo sia l'isola in cui la ninfa Calypso deteneva Odisseo in cattività per sette anni.

La mia prima tappa è stata la famosa Roccia del Fungo, dove è stata trovata una pianta medicinale apparentemente preziosa apprezzata dai Cavalieri. Ho fatto un altro giro in barca, questa attraverso la Finestra Azzurra, un arco naturale di roccia che porta a più grotte con gli stessi colori drammatici della Grotta Azzurra. Ovunque andassi sull'isola c'erano uccelli urlanti, onde che si infrangevano, un profumo pervasivo di anice selvatico e vedute ipnotiche ... le scogliere a picco sul mare che scendevano in acque tranquille e azzurre. Ho chiesto al mio autista di portarmi al lussuoso hotel Ta 'Cenc, una villa affacciata sul mare, con pavimenti in pietra meravigliosamente freschi, generosi archi, bouganville in vasi di terracotta attorno alla piscina. Decisi di ricordarlo, perché mi sembrava il posto perfetto per iniziare una storia d'amore, o forse un romanzo, o per superare la fine di una o di entrambe. Sarebbe anche un buon posto per avere un esaurimento nervoso tranquillo e parentetico. Ha espresso un senso di lusso con il tocco più leggero possibile; anche chiedere un opuscolo è stata un'esperienza pacifica.

Ho passato il mio ultimo giorno a Malta nei miei vecchi terreni di stampaggio nel centro di Valletta, di cui, mi resi conto, ero cresciuto incredibilmente, affettivamente. C'era qualcosa nell'assoluta assenza di pressioni - non c'era nemmeno qualcosa che desideravo particolarmente comprare nei negozi, i centrini di pizzo e i battenti in ottone erano le principali esportazioni. L'unico falco maltese che ho visto era un magnete da frigorifero. Ho guardato nel Palazzo del Gran Maestro, ho attraversato le stanze dell'armatura, ho apprezzato gli arazzi e le scale di marmo e i cortili con il loro opulento ... e, a mezzogiorno, l'ambita ombra. Mi resi conto che mi sarebbero mancati i colorati balconi blu e verdi, le strade con i loro gradini che scendevano verso il mare, i camerieri educati e perplessi con i loro occhi castano chiaro. Apprezzavo la facilità che provavo, il senso di calma e di buon ordine e i dolci piaceri che placavano l'anima urbana moderna e sovrastimata. Poi, con riluttanza, sono tornato al mio moderno hotel.

Ma la modernizzazione può spesso dare con una mano un regalo equivalente a ciò che ha rubato con l'altra. Durante la mia ultima notte, ho cenato in un nuovo ristorante al Dragonara, il Compass Rose. Il giovane manager era terribilmente ansioso di apprezzare il suo nuovo menu, una miscela di cucina orientale e occidentale non familiare al maltese o al tipico palato del turista. Il mio pasto - sashimi di tonno e pollo con lenticchie - era di prim'ordine, il migliore che avevo a Malta, l'equivalente di qualsiasi altro nei migliori ristoranti delle principali città del mondo. Avrei voluto che questo ristorante potesse essere nella Piazza della Repubblica a La Valletta, in un vecchio palazzo con una scala di marmo e un balcone blu-verde.

Il futuro di Malta, tuttavia, sembra essere in Sliema e St. Julian's, con i loro mega-hotel internazionali, club della salute e discoteche onnipresenti. Forse la Malta che ho imparato a tesoro è in via di estinzione. Raccomando che il viaggiatore che ha un gusto per un grande dipinto, l'architettura barocca, i mezzi pubblici e le splendide spiagge arrivino a Malta prima che diventi un altro luogo il cui fascino tranquillo è la voce, perso nei racconti vaghi dei visitatori che si fermavano per un poco tempo e poi si è trasferito.

I fatti

Air Malta vola a La Valletta da Londra (3 ore), Parigi (3 ore), Roma (1 ore) e Francoforte (21 / 2 ore). Impacco per tempo caldo. Per fortuna, quando le strade di La Valletta sono state progettate in 1566, è stato con il calore dell'estate in mente - un modello di graticola permette alle brezze di attraversare la città.

Alberghi
Le Meridien Phoenicia The Mall, Floriana; 800 / 225-5843 o 356 / 225-241; raddoppia da $ 195. Recentemente acquistato dalla catena Meridien, questo edificio coloniale nei pressi di La Valletta dispone di camere 136, otto suite e una piscina in mezzo a sette acri di giardini privati.
Castille Hotel Castille Square, La Valletta; 356 / 243-677; raddoppia da $ 82. La più grande delle camere per gli ospiti 39 in questo palazzo convertito si trova al primo e al secondo piano.
Westin Dragonara Resort Dragonara Rd., St. Julian's; 800 / 228-3000 o 356 / 377-884; raddoppia $ 116. Questo resort, con camere 311 e suite 30, ha aperto in aprile 1997. Ha l'unico casinò a Malta.
Ta 'Cenc Hotel Sannat, Gozo; 356 / 556-819; raddoppia $ 112. Un resort moderno con camere 64 e suite 19 in singoli edifici a forma di alveare chiamati trulli.

Ristoranti
The Phoenix Le Meridien Phoenicia, Floriana; 356 / 225-241; cena per due $ 30. Cucina francese / mediterranea con cena a prezzo fisso di cinque portate. Prova lo stufato di polpo maltese.
Ristorante sul tetto dell'hotel Castille Castille Hotel, La Valletta; 356 / 243-677; cena per due $ 11. Mentre il ristorante serve di solito piatti francesi e italiani, il venerdì viene offerto un menù nazionale speciale. Avere lo spezzatino di coniglio (piatto nazionale di Malta), preparato con patate e altre verdure in salsa di vino.
Compass Rose Westin Dragonara, San Giuliano; 356 / 377-884; cena per due $ 46. Inizia con il dim sum mediterraneo (c'è anche un involtino primavera di coniglio) in questo ristorante fusion. Un altro favorito è il filetto di manzo su noodles cinesi fritti, con salsa di fagioli neri e gamberi catturati localmente.

Giro turistico
Co-cattedrale di San Giovanni Piazza San Giovanni, La Valletta; 356 / 225-639. Non lasciarti ingannare dalla facciata austera; nasconde un interno barocco e una vasta selezione di arazzi fiamminghi - per non parlare dei Caravaggios, che sono ora visibili nel museo.
Chiesa del naufragio di San Paolo St. Paul's St., Valletta; 356 / 223-346. La tradizione locale dice che San Paolo fu decapitato vicino a questa sontuosa chiesa.
Palazzo del Gran Maestro Piazza del Palazzo, Republic St., La Valletta; 356 / 222-294. Eretto più di 400 anni fa, questa è la magnifica casa del presidente e del parlamento di Malta.
-EMERY BERQUIST