Le Migliori Regioni Vinicole Della Toscana

A partire dagli Etruschi, che per primi hanno piantato viti qui 3,000 anni fa, la vinificazione è stata una parte essenziale della cultura toscana. La viticoltura della regione fu continuata e ampliata, prima da allora antichi romani e poi monaci benedettini, i quali approfittarono del terreno ideale e del clima crescente delle colline toscane. Il vino in quei tempi non era un lusso, ma una necessità per la sopravvivenza; l'acqua potabile sana era rara o, nel migliore dei casi, stagionale. Il vino divenne quindi la bevanda ideale: conservabile, trasportabile e sempre così buona per il corpo e l'anima.

Negli ultimi decenni, i vini toscani sono diventati alcuni dei più ricercati al mondo. Le regioni in crescita di Bolgheri e Montalcino, in particolare, incantano gli appassionati di vino con il carattere robusto e il sapore dei loro vini. Anche se possono essere piuttosto costosi, questi vitigni locali valgono quasi sempre il dolore nel portafoglio.

Montalcino

Quando ho assaggiato per la prima volta il Brunello di Montalcino, il famoso vitigno di questa regione, 30 anni fa, ho pensato: "Oh, dolce mistero della vita, finalmente ti ho trovato!" L'incantevole rosso, prodotto solo a Montalcino e solo con 100 per cento L'uva Sangiovese, è stata anche una volta descritta dal guru del vino James Suckling come "meravigliosamente profumata e maestosamente raffinata".

Bolgheri

Questa bellissima regione costiera a sud di Pisa è meglio conosciuta per il successo stellare (e prezzi astronomici) delle sue varietà Ornellaia e Sassicaia. A malapena 30 anni, questi "Super Tuscans" sono modellati su miscele Bordeaux; la maggior parte sono realizzati con uve Merlot, Cabernet e Syrah e sono noti per il loro meraviglioso profumo e aromi. Sono di tendenza, e in modo giustificato.

Chianti Classico

La parte più antica e più rispettata della più ampia regione del Chianti, questa serie di colline si trova tra Firenze e Siena. I vini prodotti qui sono fatti per lo più di uve Sangiovese, e sono noti per essere accostati e abbinati facilmente con il cibo. Le tenute vinicole comprendono alcune delle più belle e imponenti ville in Toscana.

Montepulciano

Coltivate prevalentemente in terra battuta, le uve Sangiovese di questa città medievale offrono un vino robusto e caratteristico, il Vino Nobile di Montepulciano, perfetto con arrosti di carne e selvaggina. La tradizione vinicola qui risale agli anni 1,000; la città stessa è favolosa, e le vedute da essa sono affascinanti. Potrebbero esserci motivi migliori per visitare?

Isola del Giglio

Uno dei veri tesori nascosti della Toscana, questa stupenda isola di granito al largo della costa toscana ospita solo una manciata di viticoltori. Producono letteralmente solo pochi barili ogni anno di vino incredibilmente aromatizzato, di colore ambra, ottenuto da uve Ansonica. Poche bottiglie lasciano l'isola, quindi per assaggiarla, dovrai visitarla e provarla con il superbo pesce locale. Non dirlo a nessuno