Viaggi Senza Passaporto In Europa Potrebbero Presto Diventare Una Cosa Del Passato

La Commissione europea propone di aggiornare le regole che governano il movimento in tutta l'area Schengen, che comprende gli stati europei 26 che in precedenza avevano concordato di rimuovere i controlli di controllo delle frontiere e dei passaporti alle loro frontiere reciproche.

Secondo la proposta, gli stati membri sarebbero in grado di reintrodurre controlli temporanei alle frontiere per un massimo di tre anni durante i periodi di maggiore preoccupazione per la sicurezza.

"Le regole del codice frontiere Schengen per reintrodurre i controlli alle frontiere interne sono state concepite in un momento diverso, con sfide diverse", ha affermato Frans Timmermans, primo vicepresidente della CE. "Le circostanze eccezionali che vediamo ora, come l'aumento della minaccia terroristica, ci hanno portato a proporre un codice frontiere Schengen più adatto per lo scopo in questo nuovo giorno ed età".

L'area Schengen comprende Austria, Belgio, Repubblica ceca, Danimarca, Estonia, Finlandia, Francia, Germania, Grecia, Ungheria, Islanda, Italia, Lettonia, Liechtenstein, Lituania, Lussemburgo, Malta, Paesi Bassi, Norvegia, Polonia, Portogallo, Slovacchia, Slovenia, Spagna, Svezia e Svizzera.

Più di 400 milioni di persone, tra cui cittadini dell'UE, turisti ed espatriati, attualmente circolano liberamente attraverso i confini all'interno dell'area Schengen, secondo l'UE.

Sebbene la proposta consentirebbe ai paesi che devono affrontare minacce alla sicurezza di reintrodurre i controlli alle frontiere, la Commissione europea li raccomanda solo come ultima risorsa.

La proposta dovrà essere approvata dal Consiglio dell'Unione europea e dal Parlamento europeo.