Nuove Terme Alle Hawaii

Non ho mai fantasticato di visitare Hawaii con mia sorella. La terra di lava fusa, i tramonti infuocati e la sera luaus è sempre stata, nella mia mente, riservata ai viaggi di nozze. Eppure eccoci qui, Debra e io, pochi istanti dopo essere arrivati ​​a Honolulu, uscendo dalla nostra camera d'albergo con le infradito per raggiungere il mare di tormalina, solo noi due.

Sulla spiaggia di fronte all'hotel, una coppia giapponese posa per foto di nozze, capelli architettonici spruzzati sul posto, una tunica bianca fluttuante - e questo è solo lo sposo. Sento una fitta di gelosia mentre li passiamo nei nostri abiti bianchi (della varietà in spugna con cintura). Poi ricordo la nostra missione: siamo qui per ringiovanire, per rilassarci. Siamo arrivati ​​allo stato 50th per diventare nativi, in stile spa.

Un tour vulcanico e pochi mai visti erano abbastanza per dare ai visitatori un senso di fuga, ma ora che i nuovi viaggiatori (e New Age) richiedono un aiuto professionale e mistico per rilassarsi, le Hawaii stanno tentando di reinventare il chakra. Sono in costruzione suite per spa in stile lanai da interno ed esterno; scrub al cocco e leho i massaggi a guscio stanno spuntando nei menu di trattamento. Con una tradizione termale radicata nella storia dell'arcipelago, le Hawaii si stanno unendo alla tendenza globale verso la regionalizzazione dei servizi termali. A tal fine, le terme stanno facendo rivivere le tecniche di massaggio nativo eseguite da kahunas secoli fa e incorporando erbe indigene nelle preparazioni della pelle. Stanno portando aloha nella stanza dei trattamenti.

Alle Hawaii, la parola è più di un semplice saluto o addio: aloha traduce approssimativamente la compassione per i tuoi vicini, l'affetto reciproco e il rispetto per la natura, e viene preso molto sul serio (è persino codificato nella legge Aloha 5-7.5 dello stato). Mi sembra "Tutto quello che ho sempre avuto bisogno di sapere ho imparato all'asilo", che non è affatto male. In effetti, potrebbe essere un cambiamento rinfrescante dai day-spa d'angolo che tirano fuori regolarmente candele, pipe nella musica del sitar e professano di entrare in contatto con i meridiani della vita passata per risolvere i tuoi problemi.

Iniziamo dal Kahala Mandarin Oriental di Honolulu, un santuario stretto tra la catena montuosa Koolau e il Pacifico. Costruito da Conrad Hilton a 1964, l'hotel ha un tono leggermente retrò per il nostro viaggio: le foto in tonalità seppia di ballerini di hula si allineano alle sale, le stampe di ananas decorano la nostra stanza. La nuova spa, tuttavia, è tutt'altro che vintage. Tutte e cinque le suite per il trattamento dei piedi quadrati 550 dispongono di giardini privati, docce con vetrate, una zona relax e una vasca idromassaggio a sfioro. Sono affittati per ora, e in essi gli ospiti possono optare per massaggi corpo completo Piha Kino e molte altre indulgenze a tema hawaiano, che la spa prontamente sostiene.

Nella nostra suite con vista sulle montagne, Yoko, la mia terapista, mi fa respirare l'olio infuso con mango, che ha un odore ancora più simile al mango di quello che ho mangiato a Hoku, il ristorante dell'hotel, e ha lo scopo di aiutarmi a rilassarmi. Mi promette un lomilomi del tessuto profondo (che significa "rottura"), l'antico massaggio eseguito da kahunas, che usava i gomiti, le braccia e le altre parti del corpo per rilasciare la tensione nei muscoli nodosi dei loro soggetti.

Una nonna di 90-libbra, Yoko mi mette a cavalcioni sulla schiena per sollevarmi per le braccia, poi mi lascia sul tavolo. Si schiaccia i gomiti nelle mie cosce, cancellando il mio volo di 12-ora dalla memoria muscolare. Lei mi gira dalla mia parte con la guancia contro la federa frisè di Frette, e mentre i suoi polpastrelli mi strappano le scapole dalle costole, osservo le palme che ondeggiano tra gli alisei come metronomi. Il lomi inizia a calciare, e io fluttulo fuori.

Ricaricato, incontro Debra e ci dirigiamo verso il banco delle attività alberghiere. Non ispirati dalla lista di lezioni di hauling indoor, hula dancing o ukulele, vediamo quindi il nostro biglietto per aloha: SURF LESSONS. Quale modo migliore per immergerci nello stile di vita hawaiano piuttosto che con un surfbum avvolto in ombre avvolgenti che guidano un furgone battuto a Waikiki Beach? Sulla sabbia seguiamo Steve, il nostro istruttore nervoso, attraverso una breve lezione: a faccia in giù come una tavola, su a un affondo riconosco dallo yoga, poi in piedi, le braccia akimbo. Insieme a una mezza dozzina di altri studenti, facciamo il bagno nell'acqua dolce del bambino. Nella mia prima ondata, con mia sorpresa estatica, sono sveglio. Cowabunga! La meditazione non può competere con il vuoto esaltante del bilanciamento sulle nostre tavole. Non parliamo, non pensiamo, concentrandoci solo sulla prossima ondata.

Capelli arruffati di sale, menti distaccate beatamente, ci dirigiamo verso l'Hilton Hawaiian Village. Mentre saliamo al drive dell'hotel, fiancheggiato dai negozi di Louis Vuitton e Gucci, gli uomini a torso nudo corrono giù per le torce tiki illuminanti. Il compound, con i suoi ettari 22, i ristoranti 18 e i piedi quadrati 15,000 dello spazio per le conferenze, sembra una nave da crociera senza sbocco sul mare. E 'un po' passato il suo periodo di massimo splendore, quando JFK si rivolse a una folla nella vecchia (ormai scomparsa) Long House, ma l'Hilton è ancora un luogo ideale per una vacanza hawaiana ber-kitsch. Decidiamo di fare un tentativo e di apparire con una nuova attitudine al nuovo centro balneare di ispirazione balinese di Mandara Spa, dove il legno di teak scolpito in modo maestoso di una foresta decora le pareti. (Saltiamo l'ancora più nuovo centro adiacente Holistica Health Center, i cui test di densità ossea, scansioni EBT e test genomici sono troppo medici per queste neurotic wahines.) Il mio viso vanilla pikake-flower, tuttavia, risulta essere dolce come, beh, vaniglia. Nel frattempo, Debra viene felicemente esfoliata e presa a coppa in un impasto per biscotti con uno scrub al cioccolato e macadamia. Ci ritiriamo in una ciotola di gazpacho a base di cocomero vicino alla piscina a forma di rene prima dei nostri strenui massaggi pomeridiani.

Al calar della notte, siamo in viaggio verso la Big Island, un volo di 35 minuti di distanza. Mentre il nostro taxi arriva a Mauna Lani Bay Hotel di 3,200, comincio a capire che per cogliere appieno la devozione hawaiana alla bellezza, alla natura e al tempo libero, devi uscire dalla città. L'hotel è costruito come un lanai - è difficile dire dove finisce l'interno e inizia il resto del mondo. Palme e rampicanti risalgono l'atrio centrale a sei piani; gli stagni della carpa sono rinfrescati dalle fontane della cascata. Alla spa, un addetto ci consegna kikepa (come i sarong) e ci insegna diverse opzioni di legatura. Faccio un giro nella doccia esterna, dove bouganville e ibisco scorrono da un traliccio sopra la testa, quindi mi dirigo verso un'area di trattamento per il puolo paakai, una macchia con fasci di sale riscaldato, avvolto nella mussola, per esfoliare la pelle. Ma prima, a piagnucolareo preghiera. "O dio, maestro", intona Mel, il mio massaggiatore (che preferisce essere definito un "custode della tradizione hawaiana"), "concedimi la capacità di alleviare questo corpo da tutti i suoi dolori e dolori". Parla il suo incantesimo in hawaiano, quindi traduce. Mentre preme pietre di lava riscaldate nelle mie mani e sullo stomaco, Mel mi dice che il menu di trattamento di recente sviluppo del resort è parte di uno sforzo per far rivivere le tradizioni hawaiane, che sono state oscurate dall'immagine di ciò che l'isola è suppone essere (sale tiki, maialini arrosto, gonne d'erba). Mauna Lani, all'ombra di un vulcano vivo e le cime del Mauna Kea bianche di neve, basa le sue terapie sulla dicotomia tra fuoco e ghiaccio. Mel alterna le pietre riscaldate con scivoloso, freddo leho conchiglie sul collo, spalle e fianchi. Alla cassa, una busta di hono hono l'erba del giardino delle terme mi aspetta ... Mel pensò che avrebbe potuto aiutare una vescica sul mio piede.

Il mio corpo nudo ricoperto di argilla ghiacciata, un'orchidea infilata dietro l'orecchio destro, mi aggira per la sauna di lava all'aria aperta. La mia massaggiatrice, Betty Lau, mi accompagna (post doccia e senza fango) in una capanna, abbassa l'ombra di bambù, mi tocca la pancia per riallineare lo stomaco e l'addome, e dice un piagnucolare. Ex ballerina di hula, Lau ha progettato molti dei trattamenti di Mauna Lani, tra cui il opu huli massaggio che ha appena eseguito. Mentre si muove attraverso la danza di lomilomi hula, lavorando su ciascuna parte del corpo al ritmo di una melodia hawaiana diversa, spiega che i bambini "lomi" anziani di luaus, trasmettono la loro energia da ragazzino felice. I miei muscoli si liberano e ho un pensiero spa profondo: il sentiero hawaiano per il benessere spirituale è solo divertimento, divertimento, mantenimento delle cose.

Dopo il massaggio, Betty mi mostra alcune mosse di hula. Ora so come dire pioggia, terrae-per il mio prossimo viaggio nella terra di aloha-amore.

Ilene Rosenzweig co-padroni di casa Guida di una ragazza ai film di moda con la designer Cynthia Rowley su Showtime Women.

I fatti

Kahala Mandarin Oriental 5000 Kahala Ave., Honolulu; 800 / 367-2525 o 808 / 739-8888; www.mandarinoriental.com/kahala; raddoppia da $ 295.
Hilton Hawaiian Village 2005 Kalia Rd., Honolulu; 800 / 445-8667 o 808 / 949-4321; www.hilton.com; raddoppia da $ 185.
Mauna Lani Bay Hotel & Bungalows 68-1400 Mauna Lani Dr., Kohala Coast, Hawaii; 800 / 367-2323 o 808 / 885-6622; www.maunalani.com; raddoppia da $ 375.