Ecco Come Martha Stewart Trascorre Una Vacanza Perfetta A Parigi

Durante le vacanze, il magnate degli affari e il maestro del gusto, Martha Stewart, hanno fatto una vacanza frenetica a Parigi. Fortunatamente per noi, ha documentato il suo viaggio nella destinazione romantica in tre dettagliati post sul blog.

Dal salto da un museo all'altro fino a una cucina raffinata, Stewart ha mostrato come vivere bene mentre si sta facendo strada nella capitale francese. Ecco come seguire le sue orme.

Day 1: Puttin 'on the Ritz

Stewart ha scelto come base di partenza l'Hotel Ritz Paris, recentemente ristrutturato. Il famoso hotel è noto per la sua storia di ospiti di alto profilo; come fa notare Stewart, le star della moda e della letteratura come Coco Chanel e Ernest Hemingway erano note per rimanere nelle lussuose suite del Ritz.

Per dare il via alla loro esperienza parigina, Stewart e la sua famiglia si avventurarono prima sulla Torre Eiffel, dove i loro panorami erano oscurati da una fitta nebbia.

Prossima fermata: il Musée Marmottan Monet, una villa convertita e una terra da sogno impressionista piena di centinaia di sculture e opere dipinte da artisti come Edouard Manet e Claude Monet.

Stewart ha fatto un tour dal presidente del museo, un bel tocco in più. Ha anche doppiato di notte la illuminata Parigi Wheel e il cortile del Louvre, con la sua iconica piramide IM Pei.

Per cena, scelse Verjus, banchettando con dolci come ostriche avvolte in cavoli al vapore e cialde di semi di girasole sparse con burro di radice di girasole.

"Così interessante e così delizioso", ha affermato.

Giorno 2: Versailles

Stewart si rifornì di colazione all'Espadon, un ristorante del Ritz, prima di imboccare la strada per Versailles. I biglietti prepagati per l'ammissione anticipata erano una mossa intelligente al museo, dove la linea serpeggiava a lunga distanza. La Stewart ha detto che è stata la sua sesta visita al palazzo, ma "Vedo cose nuove ogni visita" - incluso un po 'di muffa in un angolo, che ha sottolineato nelle sue foto.

Successivamente, il Team Stewart ha raggiunto alcuni negozi, tra cui il "meraviglioso produttore francese di semi" Vilmorin ed E. Dehillerin, un "negozio di forniture culinarie famoso in tutto il mondo".

Ha terminato la giornata con una cena a Le Hangar, un classico bistrot francese vicino al Centre Pompidou.

Day 3: Arte e architettura

Stewart ha guardato al futuro nel suo ultimo giorno intero, visitando la nuova Louis Vuitton Foundation, progettata dall'architetto Frank Gehry, per realizzare opere di artisti come Pablo Picasso e Henri Matisse e per esplorare un'installazione in vetro contemporanea.

Nessuna visita a Parigi è completa senza rendere omaggio alla maestosa ed imponente Notre Dame; Stewart ha fatto in modo di inserirla nel suo itinerario, prima di fermarsi a pranzo al Le Bistrot di Parigi, appena fuori dalla Senna, nel centro di Parigi, e passare la notte di San Silvestro festeggiando con i martini al Ritz.

Day 4: A Culinary Au Revoir

La sua ultima mattina, Stewart è tornata alle sue radici culinarie e lasciata all'Ecole Ritz Escoffier per visitare le ampie cucine della scuola di cucina, e si spera di riuscire a impadronirsi di un macaron fresco prima di presentare la città arriverdeci.

"È stata una bella visita a Parigi", ha detto. E grazie al suo itinerario dettagliato, possiamo fare una bella visita proprio come Martha.