Emirates Sta Tagliando I Voli Per Gli Stati Uniti In Risposta Al Divieto Di Visto Di Trump

Mercoledì, Emirates, la più grande compagnia aerea del Medio Oriente, ha annunciato che ridurrà le sue offerte di volo da e verso gli Stati Uniti in risposta diretta al divieto di viaggio del presidente Donald Trump e alla successiva recessione della domanda.

"Emirates può confermare che ridurremo i voli per cinque delle città statunitensi 12 che attualmente serviamo", ha detto un portavoce di Emirates in una dichiarazione rilasciata a Travel + Leisure.

La dichiarazione ha aggiunto che a partire da maggio le operazioni di Fort Lauderdale e Orlando della compagnia aerea passeranno dai servizi giornalieri a cinque alla settimana. A giugno, Emirates passerà da servizi due volte al giorno a Seattle e Boston a un solo volo giornaliero. E a luglio, le operazioni Emirates a Los Angeles passeranno da due volte al giorno a una volta al giorno.

"Si tratta di una decisione commerciale in risposta alla domanda di viaggi indebolita negli Stati Uniti Le recenti azioni intraprese dal governo degli Stati Uniti in relazione al rilascio di visti di ingresso, maggiore controllo della sicurezza e restrizioni sui dispositivi elettronici nelle cabine degli aeromobili hanno avuto un impatto diretto sul consumatore interesse e domanda per i viaggi aerei negli Stati Uniti ", ha detto la compagnia aerea.

Fino a gennaio 2017, quando il Presidente Trump ha firmato il controverso divieto di viaggio, che tentava di limitare i viaggi negli Stati Uniti per i cittadini di sette nazioni a maggioranza musulmana, Emirates afferma che le sue operazioni negli Stati Uniti hanno visto una crescita e prestazioni salutari. Tuttavia, dopo il divieto, la compagnia aerea ha affermato di aver subito un "significativo deterioramento" nei profili di prenotazione su tutte le rotte statunitensi e in tutti i segmenti di viaggio.

"Monitoreremo da vicino la situazione al fine di ripristinare e far crescere le nostre operazioni di volo statunitensi non appena possibile", ha detto la compagnia aerea, aggiungendo che "Emirates è impegnata nelle nostre operazioni negli Stati Uniti e continuerà a servire le nostre porte americane 12 - New York JFK, Newark, Boston, Washington DC, Chicago, Seattle, Los Angeles, San Francisco, Houston, Dallas, Fort Lauderdale e Orlando - con partenze di volo 101 a settimana, collegando queste città a Dubai e la nostra rete globale di città 150. ”