Delta Promette Che Non Perderà Mai Più Le Tue Borse

Grazie alla nuova tecnologia RFID integrata, il vettore promette che otterrai i bagagli ogni volta che voli, qualunque cosa accada.

Secondo la più recente serie di dati del Dipartimento dei Trasporti, ogni mese tra i vettori nazionali ci sono più incidenti legati al bagaglio 118,000. Anche se sembra un numero elevato, rappresenta un significativo calo anno su anno - in 2015, ci sono stati rapporti 3.64 per mille passeggeri rispetto ai rapporti 2.64 per mille passeggeri oggi.

Delta è stata tra le compagnie aeree più perfezionate, e ora, sta prendendo passi in avanti questa settimana per ridurre la sua incidenza dei bagagli a zero. Dopo un test pilota di un mese a Baltimora e Las Vegas, la compagnia aerea sta introducendo tag per buste di carta con tecnologia RFID che interagiranno con i sensori lungo il percorso di un bagaglio attraverso l'aeroporto; seguiranno la borsa in ogni fase della movimentazione, assicurando infine che il bagaglio lo porti nelle mani del suo proprietario nella destinazione corretta.

A differenza di programmi simili di vettori internazionali come Qantas e British Airways, che sono stati introdotti per primi a membri prioritari o richiesti tag speciali per i bagagli, il nuovo programma RFID di Delta è aperto a tutti i passeggeri. Coloro che controllano i bagagli in aeroporto riceveranno automaticamente un tag di carta con tecnologia RFID, uno simile ai vecchi codici a barre, ma con tecnologia avanzata integrata. Possono monitorare personalmente i loro bagagli nell'app Delta gratuita, che è disponibile su telefoni Android, iOS e Windows. Tutto questo è previsto per essere distribuito in tutto il mondo entro la fine di agosto.

A parte Alaska Airlines, Delta è il primo vettore nazionale a mettere in atto un programma del genere. Sono certamente i primi a implementare la tecnologia RFID su questo tipo di scala globale: il progetto include un investimento di $ 50 milioni che copre gli aeroporti 344, gli scanner 4,600, le stampanti 3,800 RFID e molto altro.

Ma non saranno gli ultimi. La riduzione delle borse perse è diventata una preoccupazione legale per le compagnie aeree più che altro, grazie a un atto legislativo dell'Associazione internazionale del trasporto aereo. Secondo la sentenza, le compagnie aeree devono essere in grado di rintracciare i bagagli dal banco dell'aeroporto alla richiesta di ritiro bagagli entro giugno 2018. Quindi il tracciamento delle borse non è solo una tendenza tecnologica, è un mandato industriale.

Il prossimo per l'industria della movimentazione dei bagagli? La borsa fai-da-te rilascia servizi che automatizzano al livello successivo. Alla fine dello scorso anno, un sistema ha debuttato in Australia e Nuova Zelanda permettendo ai clienti di Air New Zealand di consegnare il proprio bagaglio da stiva. Le identità dei passeggeri e le carte d'imbarco sono verificate biometricamente con lettori di impronte digitali e videocamere che rilevano il volto in una stazione di prelievo, dove i bagagli possono essere pesati e spediti insieme alla movimentazione dei bagagli senza un'interazione persona-a-persona.