Crociere Caraibiche Sulle Piccole Navi

Confronta le navi in ​​T + L's Cruise Finder

La prima indicazione che questa non è la vostra tipica crociera caraibica: salire su una scala di corda fino a un pesce persico noto come il nido di corvo, una parte necessaria delle normali operazioni dell'equipaggio che viene offerto qui come intrattenimento per i passeggeri. Il secondo: la rete della vedova che funge da amaca nautica, portata dal bompresso della nave, che si estende sul mare indaco.

Sono a bordo del passeggero 170 Star Flyer, una replica di una nave alta 19ths che è una delle tre di proprietà di Star Clippers. Non c'è scivolo d'acqua, nessuna notte formale e nessun programma per bambini. La maggior parte dei nostri porti di scalo si trova in spiagge tranquille per alcune ore di snorkeling e windsurf; solo uno comporta un guanto di gioielleria. La "spa" è una semplice capanna all'aperto con materassino balinese e massaggi thailandesi. Ma forse la più grande mancia che questa non è la tua crociera standard è che nei nostri sette giorni in mare stiamo effettivamente navigando, grazie alle lastre 16 in cima al nostro clipper a quattro alberi, più delle miglia 300, da St. Maarten attraverso le Isole Vergini britanniche, fino a St. Kitts e St. Bart's.

In un cenno a Robert Louis Stevenson, Star Clippers ha soprannominato questo itinerario delle Isole del Tesoro: Norman Island, una delle nostre soste sulla spiaggia, avrebbe ispirato la sua storia di pirati pre-Johnny Depp e una mappa X-marks-the-spot . È un autentico viaggio, alimentato dagli alisei che ci travolgono tra le onde.

Che siamo alimentati dal vento è più raro di quanto si possa pensare. Molte navi sollevano la tela per mostrare; sugli altri, i membri dell'equipaggio spingono un pulsante per sollevare le vele al di sopra delle navi che sono più galleggianti degli schooner. Alcuni non li allevano mai. Quello che offre Star Clippers è vero la vela, con le corde spesse come il braccio, intrecciate attraverso i blocchi e attorno agli argani (garantiti, sono elettrici), ben arrotolati da robuste mani dell'equipaggio e montati su dei montanti.

Sail-away è un rituale stabilito la nostra prima sera mentre la nave parte dal bacino di crociera di St. Maarten. Bicchieri di vino in mano, i passeggeri si sistemano sul ponte superiore. Come la tela sorge contro la luna piena, il tema di Vangelis da 1492: Conquest of Paradise suoni dagli altoparlanti. In mani inferiori questo momento potrebbe essere sdolcinato, ma lo trovo sorprendentemente gonfio di cuore.

I giorni prendono un ritmo facile. Colazione e briefing (in tre lingue, non meno) dal nostro regista di crociera danese di ventenni, Philip. Dopo un viaggio di poche ore verso la nostra prossima isola, portiamo le offerte - piccoli gommoni, davvero - su una spiaggia che altrimenti sarebbe inaccessibile su una grande nave.

  • Confronta le navi in ​​T + L's Cruise Finder

Questo sta navigando con comodità. Le cabine sono dotate di letti con piumone, bagni in marmo (alcune con vasca idromassaggio) e televisori in cabina con lettore DVD. Due piscine e una biblioteca eccessivamente climatizzata che abbiamo soprannominato l'Icebox offrono rifugio dal caldo. La cena è un menu di cinque portate in continua evoluzione: sorbetto all'anguria; ceviche tropicale; Carré di agnello; bouillabaisse; aragosta caraibica alla griglia; e salsa piccante locale da Grenada. Un pranzo giornaliero a buffet viene servito a bordo, ma molti passeggeri preferiscono cenare nelle baracche sul lungomare come quella sull'isola Norman, dove una donna bonaria dietro al bancone sorseggia una spumeggiante limonata che non è sul menu.

Per gestire la fine sociale delle cose, il maître lavora abilmente come un sensale, mescolando tabelle di gruppi sconosciuti che parlano la stessa lingua. La prima notte siamo seduti con June e Bill dall'Irlanda (suo nonno ha lavorato nel cantiere che ha costruito il titanico) e Chris e Sue, uno sviluppatore di alloggi e funzionario sanitario dall'Inghilterra. Altre sere ci sediamo con un economista navale, un venditore di libri rari, un investitore immobiliare, una coppia di professori universitari e un dottore che viaggia con sua figlia adolescente.

Su Anguilla, andiamo a riva via tenero, poi girovaghiamo sulla spiaggia fino a Johnno's, un bar adornato con manifesti di Ella e Miles. Una band improvvisata si sintonizza; un cantante locale riversa una versione lunatica di "Misty" (il suonatore di clarinetti si rivela essere Larry, un altro marinaio).

Virgin Gorda porta una delle poche escursioni organizzate del viaggio, in un misterioso campo da boulder sulla spiaggia noto come Baths. La vicina isola di Jost Van Dyke ha quella che potrebbe essere la più bella delle spiagge del viaggio; nel pomeriggio è anche il più vibrante, grazie al rum Pain Killers che scorre senza sosta al Soggy Dollar Bar.

Il nostro arrivo a St. Kitts arriva quasi cinque ore più tardi del previsto, a causa di forti venti contrari. Per riempire il tempo, lo staff sportivo - un trio di scandinavi che sembrano usciti da un catalogo Abercrombie & Fitch - organizza un torneo di "deck golf", una gara vivace che coinvolge una mazza di legno, un disco piatto e un gesso mostri marini pescati a guardia dei "buchi". Altrettanto bizzarro: lo sfacciato "sfilata di moda per ospiti e equipaggio", che sfugge a una descrizione reale (il maestro di tuffi hunky Martin è uno standout in un prendisole di spugna).

C'è una qualità retrò per tutto questo. Poi di nuovo, è una brama per un'esperienza più semplice, di ritorno alle origini che ci ha portato in questa crociera. Se c'è un antidoto efficace alle nostre vite pazze di Twitter, questo potrebbe essere.

I venti alla fine ci portano a St. Bart's. Alcuni compagni di viaggio partono per tour d'avventura sopra e sotto il mare, ma la maggior parte del nostro gruppo sceglie di immergersi nell'elegante spensieratezza di Gustavia, ammirando l'amichevole bulldog francese oziare fuori dal negozio Vuitton e mordicchiare patatine fritte in un bistrot in città.

Ma nulla può competere con la nostra ultima serata in mare. Mentre tutti si radunano sul ponte superiore per salpare, con lo champagne in mano, il capitano dai capelli argentati soffia una melodia malinconica sulle sue cornamuse per segnare la fine del giorno.

Starclippers.com; sette notti da $ 2,033 a persona. Questa stagione, il Star FlyerL 'identica nave gemella, la Star Clipper, sta navigando l'itinerario delle isole del tesoro.

  • Compre Ships in T + L's Cruise Finder

Paul Gauguin Cruises I buongustai si rallegrano: la nuova nave di Gauguin, il passeggero 90 Moana, mette a fuoco gli ingredienti locali. pgcruises.com; sette notti da $ 2,595 a persona.

Regent Seven Seas Cruises Davvero tutto compreso, dal liquore di prima qualità alle escursioni illimitate su ogni porto. rssc.com; sette notti da $ 4,149 a persona.

Seabourn Le navi della suite (dai passeggeri 208 ai passeggeri 450) chiamano nei porti meno visitati di St. Lucia e Jost Van Dyke. seabourn.com; sette notti da $ 2,499 a persona.

Seadream Yacht Club Con un massimo di ospiti 112, può sembrare di essere sul mega-yacht di un amico. seadream.com; sette notti da $ 2,499 a persona.

Silversea Cruises Esplora le gemme nascoste dei Caraibi (Cartagena! Huatulco!). silversea.com; sette notti da $ 2,250 a persona.

Windstar Cruises Gli yacht a vela rinnovati portano i passeggeri 310 verso porti maggiori e minori. windstarcruises.com; sette notti da $ 1,599.