Caribbean'S Chikungunya: Che Cosa È Necessario Sapere Sul Virus

A gennaio, per la prima volta abbiamo riferito di chikungunya, una "malattia virale rara" che si diffondeva nei Caraibi, con circa confermati casi 100 nella regione. Flash in avanti di undici mesi, quel numero è fino a oltre 16,000 confermato e casi sospetti 874,000. I bagnanti spiaggiaisti dei Caraibi dovrebbero essere preoccupati? Ecco cosa devi sapere:

Che cos'è e quali sono i sintomi?

Chikungunya è un virus trasmesso agli esseri umani dalle zanzare. Secondo i Centers for Disease Control, la maggior parte delle persone infettate dal virus avvertirà febbre e grave dolore alle articolazioni. Altri sintomi potrebbero includere dolore muscolare, mal di testa e gonfiore articolare. Confusamente, molti di questi sintomi si sovrappongono alla febbre dengue.

Quando appaiono i sintomi per la prima volta e quanto durano?
Come con la febbre dengue, i sintomi di solito iniziano entro una settimana dal morso di una zanzara infetta. Mentre la febbre dengue dovrebbe ridursi dopo una settimana, gli effetti di chikungunya possono durare molto più a lungo, con gli individui più anziani che spesso soffrono fino a tre anni.

Ci sono isole che non hanno il virus?
Ogni paese e gruppo di isole dei Caraibi, ad eccezione di Cuba, ha riferito casi.

Esiste una cura?
Non esiste una cura conosciuta per chikungunya. Il dott. Rajiv Narula, direttore medico presso i consulenti di viaggio internazionali di New York e esperto di chikungunya, si aspetta un vaccino entro due anni.

Come viene prevenuto?
Senza un vaccino o una cura, l'uso corretto del repellente è l'unico modo per prevenire il virus in questo momento. Narula consiglia di utilizzare repellente con DEET e riapplicare come indicato, in alcuni casi, questo può variare da due a quattro volte al giorno. Sull'abbigliamento, Narula consiglia ai clienti di spruzzare i vestiti con la permetrina. Una spruzzatura è buona per sei lavaggi. (E poiché la zanzara che trasporta il virus è attiva principalmente alla luce del giorno, non c'è motivo di preoccuparsi delle zanzariere).

Dovrei essere preoccupato di portare bambini o nonni con sistemi immunitari più vulnerabili ai Caraibi adesso?

L'inverno del Nord America, quando milioni di adoratori del sole affollano la regione, coincide con la stagione secca dei Caraibi, quindi il virus dovrebbe registrare una flessione nei prossimi mesi. E mentre la chikungunya può colpire più severamente gli individui rispetto a 65 rispetto ai più giovani, Narula non consiglia alcuna cancellazione del viaggio, anche dopo che la stagione delle piogge riprende, a condizione che i viaggiatori usino il loro repellente e spruzzino i loro vestiti. E chiunque visiti aree notoriamente bacate, come le foreste interne, dovrebbe essere più cauto.

Ma non è DEET pericoloso per i bambini?

DEET è il principale principio attivo presente in molti repellenti ed è ben noto per la sua tossicità. Dopo due importanti studi sulla sostanza chimica, in 1998 e anche quest'anno, l'Agenzia per la protezione dell'ambiente ha concluso che, applicata correttamente, DEET è sicuro per i bambini di tutte le età. I bambini non dovrebbero applicare il proprio repellente, tuttavia, poiché è tossico se applicato erroneamente (tagli eccessivi, negli occhi, ecc.). Chi preferisce ancora evitare DEET può usare invece olio di eucalipto di limone, secondo Narula e il CDC.

Vuoi ancora maggiori informazioni?
Il CDC e l'OMS forniscono entrambe informazioni dettagliate su chikungunya. Puoi anche leggere ulteriori informazioni sugli studi EPA qui, e seguire i consulenti di viaggio internazionali su Twitter su Twitter per consigli di viaggio aggiornati in tempo reale.

Peter Schlesinger è assistente di ricerca presso Travel + Leisure e membro del team di notizie di Trip Doctor. Puoi trovarlo su Twitter all'indirizzo @pschles08.