Uno Stato D'Animo Del Bronx

Era un giorno piovoso al Johnny's Reef Restaurant di City Island, all'estremità orientale del Bronx, dove quattro membri del Ghetto Gastro si erano riuniti per una festa di pesce fritto. "Crescendo, City Island era come gli Hamptons per il cappuccio", ha detto Jon Gray, nativo del Bronx e uno dei tre fondatori del gruppo di persone itineranti di 25 - una tribù, in realtà - che mette in scena cene pop-up con un culto seguito in tutto il mondo. Sorseggiò un Henny-Colada - una parte Hennessy e due parti piña colada, condita con una ciliegia al maraschino e uno stuzzicadenti della bandiera americana. "Questo è stato il weekend. Andremo a Johnny's Reef, faremo la nostra cosa. Potresti vedere alcuni gatti con cui hai mangiato carne. Oppure potresti vedere donne con un sacco di vibrazioni fantastiche sull'acqua. "In estate, il posto si riempie di gente del posto che viene per le code di aragosta fritte e il dentice rosso fresco, così come la vista ininterrotta di Long Island Sound.

Mackenzie Stroh

Gray, un classico uomo di fronte carismatico, era venuto per dare a T + L un tour culinario del Bronx. Anche se spesso trascurato come meta gastronomica, il quartiere è fonte di orgoglio per Ghetto Gastro ed è pieno di autentiche esperienze gastronomiche che possono facilmente competere con quelle di Brooklyn e del Queens più frequentemente pubblicizzate.

Mackenzie Stroh

Gray ha inventato l'idea di Ghetto Gastro in 2012- "Il nome mi è venuto in un sonnellino!" Disse, dopo un periodo in cui disegnava una linea di jeans. Lungo la strada, ha reclutato altri due chef del Bronx, Lester Walker e Malcolm Livingston II. Tutti e tre condividono la passione per il cibo (da adolescente, Gray soleva girare Manhattan con una guida di Zagat) e il desiderio di connettere la cultura del Bronx con quella del resto del mondo. Walker e Gray erano vecchi amici; Gray ha fatto amicizia con Livingston quando ha appreso che Livingston lavorava presso l'acclamato ristorante WD ~ 50 di Wylie Dufresne (chiuso). "Ero tipo, colleghiamo," disse Gray.

"Senti la parola ghetto e pensi che fallire ... Vogliamo ridefinire cosa significa ghetto, la nostra missione è di potenziare i giovani, educare e portare la cultura attraverso il cibo".

Il trio ha iniziato a organizzare cene sotterranee per i buongustai nel centro di Manhattan, e gradualmente è diventato un'impresa più globale. Negli ultimi due anni, Ghetto Gastro ha organizzato cene presso Art Basel Miami, volato per partecipare al MAD Symposium di René Redzepi a Copenhagen, e aver ospitato una cena al Festival di Cannes.

I loro eventi e il loro cibo, che promuovono con il passaparola e sui social media, sono ispirati sia dai ristoranti stellati Michelin che ammirano, come l'Osteria Francescana, a Modena, in Italia, sia dal cibo che sono cresciuti mangiando in casa. I loro menu potrebbero includere piatti come "granchio e pane di mais", una vellutata di granchio con caviale beluga e uno scricchiolio di pane di mais liofilizzato e "swerve and turf", un taglio di manzo di Kobe con coda di aragosta affumicata al burro allo zafferano.

Gastronomia Kosher di Loeser

"data-title =" BRONX0915-pastrami-sandwich.jpg ">

Gastronomia Kosher di Loeser

"> Mackenzie Stroh

Ma mentre la loro cucina si è evoluta, la cura delle loro radici è ancora una parte importante della missione di Ghetto Gastro. Gray, che gestisce il gruppo a tempo pieno, spesso fa volontariato in eventi comunitari (GG ha recentemente servito il gelato per Africa's Out, l'iniziativa LGBT di Wangechi Mutu). "Far uscire dal Bronx è un successo, ma rendiamo anche il nostro quartiere migliore", ha detto.

Mackenzie Stroh

"Hai sentito la parola ghetto e tu pensi che il fallimento ", ha detto Walker. Ora divide il suo tempo tra il Bronx e Washington, DC, dove cucina nel ristorante José Andrés China Chilcano. "Vogliamo ridefinire cosa ghetto si intende. La nostra missione è di potenziare i giovani, educare e portare la cultura attraverso il cibo ", ha detto Livingston via e-mail da Copenhagen, dove ora lavora come pasticciere del Noma.

I tre possono condurre vite lontane, ma hanno comunque la priorità di incontrarsi nel quartiere in cui sono cresciuti, sia per il riso spezzato al Com Tam Ninh Kieu che per le polpette di carne alla Kingston Tropical Bakery. Per alcuni piatti vale sempre la pena tornare a casa.

Ghetto Gastro's Bronx

Gli chef scelgono il miglior cibo del quartiere, dalla cucina globale ai classici di New York.

Mark Todd

Panetteria tropicale Kingston: Il miglior pane al cocco del Bronx, fresco ogni giorno. 4000 White Plains Rd .; 718-798-0076.

Cibo salutare Green Garden: Frullati di frutta con un tocco rasta.

Feroza's Restaurant Roti: Il posto per sandwich di pollo Trinidadian roti e soda caraibica importata. 716 Burke Ave .; 718-405-9081.

Ristorante Johnny's Reef: Vieni per il pesce; resta per la vista.

Com Tam Ninh Kieu: Famoso per i suoi vietnamiti comam ud B B B B Bud B B B B B B B B B B B B B B B B B B B B B B B B B B B B B B B B B B B B B B B B B B B B B B B B B B B B B B B B B B B B B B B B B B B B B B B B B B B B B 2641 Jerome Ave .; 718-365-2680.

Deli & Caterer Old Style Kosher di Loeser: Un panino al pastrami per rivaleggiare con quello di Katz. 214 W. 231st St .; 718-601-6665.

Lloyd's Carrot Cake: La panetteria utilizza ancora una versione adattata della ricetta della madre di Lloyd Adams.

Seis Vecinos: Serve specialità centroamericane come pupusas (Frittelle salate salvadoregne) e Marañón (succo di anacardio).