Le Migliori Vacanze Invernali Da Parigi

A volte può essere inimmaginabile lasciare una città bella come Parigi, ma quando i freddi invernali colpiscono, una breve fuga può essere l'occasione perfetta per ricaricarsi. Questi spot rappresentano un viaggio ideale per il fine settimana: a poche ore dalla città, sono pieni di fascino, ottimi posti in cui stare e molte distrazioni per farti sentire molto più lontano.

Chantilly

Questa bellissima, bellissima cittadina è raggiungibile sia con i pendolari che con i treni adeguati, anche se è meglio andare in macchina, dove si passa attraverso la spettrale foresta di Chantilly. In quel boschetto di verde, 20 pochi minuti prima di arrivare al centro della città, inciampate nella cupa X-XIII secolo dell'abbazia cistercense di Royaumont (chiusa per lavori di ristrutturazione fino a quest'estate, ma merita un passaggio per vedere l'esterno lo stesso).

Chantilly è famosa come la culla della crema di Chantilly, o panna montata, ma il castello nel cuore del villaggio è una vera e propria torta nuziale, arroccato magnificamente sul bordo di un laghetto esiguo fiancheggiato da vasti giardini ben curati. La sua connessione all'equitazione iniziò nel 18esimo secolo, quando l'allora Duc d'Orleans, Louis Henri, costruì le sue Great Stables, le più grandi d'Europa, credendo che si sarebbe reincarnato come un cavallo. Il Musée de Condé, all'interno del castello vero e proprio, ha una massiccia collezione di dipinti ad olio pre-moderno, tutti esposti nello stile 19esimo colorato e affollato, secondo i dettami dell'ultimo proprietario del castello, prima di consegnarlo in Francia.

Accanto alla grande casa si trova l'Auberge de Jeu de Paume, un sontuoso hotel. Se gli scavi sono un po 'conservatori nei loro gusti, il lavoro del cuoco Arnaud Fayé presso il ristorante interno La Table du Connétable è tutt'altro (pensate alle barbabietole con bergamotto, gnocchi di polenta e rafano, rombo arrosto con cavolfiore al curry caramellato ; animelle di vitello con panpepato e carote piccanti).

Fontainebleau

Solo i minuti 45 a sud di Parigi su una linea locale di pendolari (o un'ora e mezza in auto) è un altro imponente castello di campagna, il castello di Fontainebleau, questo uno abitato in una volta o l'altra da ogni dinastia reale in Francia. (Assicurati di fermarti negli alloggi orientalisti della moglie di Napoleone III, Eugenie, ora un museo all'interno del museo pieno di beni per lo più saccheggiati dall'Estremo Oriente.)

I castelli più importanti si ergono in una bella foresta; questo è rannicchiato vicino alla foresta di Fontainebleau, un po 'strana, dove, infilata tutta in tutte le conifere, ci sono paesaggi lunari che sembrano sporgenze di piccoli massi. È una caramella per gli aspiranti scalatori.

A che serve un pomeriggio invernale attivo alla campagna senza una fonduta fumante e odorosa per chiuderla? Proprio nel mezzo della foresta c'è il kitsch, il fantastico ristorante savoiardo Le Croix d'Augas, che viene fornito completo di tovaglie a quadretti, animali da granaio di tassidermia e molti tipi di formaggio fuso sdolcinato.

Con la sua vicinanza a Parigi, immobili economici e secchi d'incanto, l'area di Fontainebleau sta iniziando a essere acquistata dai pendolari parigini. L'ordinato piccolo hotel boutique La Demeure du Parc è stato progettato per gestire l'overflow, con tonalità pallide in stile Scandi, arredi in legno a vista nelle camere e un bistronomica ristorante interno

Alexandra Marshall è un editore collaboratore e corrispondente di Parigi presso Travel + Leisure. Cibo, design, architettura e moda sono le sue specialità, il che significa, vivere a Parigi, che è molto impegnata. Seguila su Twitter e su Instagram.