I Migliori Ristoranti Indiani Negli Stati Uniti

Quando Giunone esplose sulla scena gastronomica di Manhattan nel tardo 2010, ricevette quasi altrettanti riconoscimenti per il suo sontuoso arredamento come per il suo menu stellato Michelin e la lista dei vini con etichetta 250.

I ristoranti indiani hanno percorso una lunga strada dalla metà degli 1960, quando è arrivata la prima ondata significativa di immigrati. La cucina del subcontinente languiva, spesso considerata estranea e (spiacevolmente) fragrante. Gli chef sono rimasti discretamente dietro ai tandoori, ben lontani dalla reputazione del famoso chef stellato di Vikas Khanna di Junoon.

Anche se non è ancora assimilabile come italiano e messicano, "il cibo indiano è uno dei segmenti in più rapida crescita nella scena culinaria e sta guadagnando popolarità all'interno del mainstream americano", dice Varli Singh. In 2011, ha fondato il Varli Food Festival per mostrare cucina indiana, chef e ristoratori.

Ora i palati raffinati stanno facendo la distinzione tra il pollo butirico nord indiano makhani e sud indiano croccante masala dosas, e stanno provando sapori che attraversano il subcontinente, da regioni meno conosciute come Chettinad, Kerala e Assam alle nazioni vicine di Pakistan, Nepal, Bangladesh e Sri Lanka.

E come gli indiani si sono diffusi in tutta l'America, così ha il loro cibo. "I ristoranti con seguaci cultuali non sono più limitati a New York City", aggiunge Singh. Infatti, i devoti di desi la cucina trova le loro soluzioni in Maine, Miami e oltre.

Ecco la nostra lista dei migliori ristoranti indiani d'America, da un punto di riferimento per la pausa pranzo a Washington a un pioniere da fattoria a tavola a Minneapolis.

1 di 20 Per gentile concessione di Indika

Indika, Houston

Tutto è più grande in Texas. E questo vale per la comunità indiana, che ha una grande presenza a Houston in particolare. Mentre numeri più grandi significano maggiore competizione, l'innovativo menu fusion di Indika si trova comodamente in cima a numerosi elenchi "migliori" di tutta la città. In uno stato che ama i suoi jalapeños, gli autentici gamberetti al peperoncino roventi e il braciola di maiale vindaloo (i palati sensibili: attenti) hanno trovato un pubblico rapito.

2 di 20 per gentile concessione di Mysore Woodlands

Mysore Woodlands, Chicago

Per la comunità indiana di Chicago, tutte le strade portano a Devon Avenue, con i suoi numerosi negozi di generi alimentari e boutique dell'Asia meridionale. Vegetarian Mysore Woodlands tiene il suo posto tra i numerosi vicini di carne come l'istituzione pakistana Sabri Nihari. Ordina il Mysore Royal Thali, un piatto apparentemente senza fondo con zuppe, cotolette miste di verdure, samosa, tre diversi curry e molto altro ancora, per scoprirne il motivo. mysorewoodlands.com

3 di 20 Michael J. Colella

Rasika, Washington, DC

I visitatori di DC che sollecitano i consigli sui ristoranti sono quasi sempre diretti a Rasika: è tra i migliori, indiani o meno, e il proprietario Ashok Bajaj è stato festeggiato Il New York Times come "probabilmente il ristoratore di maggior successo a Washington". L'ammiraglia di Penn Quarter si è dimostrata così popolare che un avamposto del West End ha aperto in 2012, con le stesse entusiastiche recensioni. Aspettati piatti nouveau indiani come l'aragosta pulao e una mela jalebi beignet con gelato al cardamomo, abbinato a cocktail creativi.

4 di 20 Anil Wadghule

Punjabi Dhaba, Cambridge, MA

A dhaba è un chiosco lungo la strada frequentato da camionisti in India, e questo caffè senza fronzoli è a malapena un paio di tacche sopra il suo omonimo. Eppure, Punjabi Dhaba ha mantenuto a lungo un culto seguito in una folla decisamente non-camionista a Cambridge - tutti, dagli studenti universitari agli hipster, alle famiglie indiane multigenerazionali. Si affollano ai banchi per porzioni generose di pollo tikka masala e Shahi Paneer, riempito con grasso aloo parathas. royalbharatinc.com

5 di 20 Per gentile concessione di Junoon

Junoon, New York City

Non è spesso che un ristorante indiano possa essere descritto come sexy, ma questa è l'atmosfera che Junoon emette. Il merito va all'illuminazione ambrata, ai banchetti sontuosamente imbottiti, agli schermi di legno di sandalo ingraticciato e alle pozze con i fiori di loto alla deriva. In una cucina aperta, gli chef fanno la loro parte, presentando versioni eleganti e aggiornate di piatti tradizionali come il pollo korma di Hyderabadi e formaggio di capra e cheesecake al mango. È una ricetta per una stella Michelin meritatissima. junoonnyc.com

6 di 20

Palazzo Udupi, San Francisco

Le ampie crêpes di riso e lenticchie servite con chutney di cocco e tamarindo e spesso colme di patate speziate conosciute come dosa sono un alimento base della cucina dell'India del sud. In questo autentico sostegno vegetariano con sedi a San Francisco e Berkeley, gli avventori esplorano una versione di due piedi che è a dir poco epica. Fai spazio per i contorni come idlis (torte di riso al vapore), sambar e uttapam (frittelle di lenticchie e riso). udupipalace.org

7 di 20 Per gentile concessione di Ekta

Ekta, Philadelphia

Quando lo chef Raju Bhattarai disertò dall'istituzione di Filadelfia Tiffin per aprire Ekta, la faida che ne risultò portò del sangue gravemente cattivo nella scena culinaria della cosiddetta Città dell'amore fraterno. Aggiungere Namak (sale) alla ferita, il nuovo capretto sul blocco ha continuato a sorpassare l'originale con i suoi sapori audaci, il segreto del quale potrebbe risiedere nella miscela di spezie garam masala fatta in casa Bhattarai. Il suo vindaloo d'agnello è garantito per cantare la tua lingua; trova sollievo in un alto bicchiere di lassi di mango ghiacciato. ektaindianrestaurant.com

8 di 20 Per gentile concessione di Badmaash

Badmaash, Los Angeles

Questo kitsch nuovo gastropub è un nuovo arrivato del centro di Los Angeles, ma il suo chef, Pawan Mahendro, porta con sé in cucina 40 anni di esperienza. Badmaash significa "cattivo" in hindi, e Mahendro aggiunge un pizzico di malizia sia all'arredamento che alle sue offerte. Considera le immagini in stile Pop art di Gandhi in occhiali da sole colorati, o il pollo tikka poutine, un cenno al suo background canadese. Lavora i piatti ispirati al cibo di strada di Mumbai con un dolcissimo Thums Up, la risposta dell'India alla Coca-Cola. badmaashla.com

9 di 20 per gentile concessione di origine India

Origine India, Las Vegas

La tranquilla Origin India, con i suoi mobili moderni sullo sfondo di archi in stile Moghul, si sente un mondo lontano dalla Strip di Las Vegas. Mentre la cucina non può vantare mega-chef e stelle Michelin, rivendica una deliziosa offerta murgh dahi wala spalmato generosamente nello yogurt, a un prezzo che copriva a malapena un cocktail in gran parte di Sin City. Assicurati di dilettarti nel menu di street food, con piatti urbani preferiti aloo papri chaat e pani puri.

10 di 20 per gentile concessione di cumino

Cumino, chicago

Quando questo ristorante alla moda Wicker Park aprì le sue porte in 2010, portò alla ribalta una cucina poco conosciuta del subcontinente indiano: i sapori del vicino indiano a nord-est, il Nepal. I fratelli nepalesi Rajesh e Sanjeev Karmacharya attingono al loro patrimonio a Cumino, dove troverete ghorkhali khasi (stufato di capra) e palungoko saag (spinaci saltati) a fianco di oggetti più familiari come la cipolla bhajis (frittelle condite) e pollo jalfrezi (piccante saltato in padella). cumin-chicago.com

11 di 20 Michael Cummings

G'raj Mahal, Austin

Chiamare G'raj Mahal a un camion di cibo sarebbe un disservizio: si dirige di più verso il parcheggio di cibo indipendente, completo di un'area salotto con tende, camerieri e persino prenotazioni. I fan delle samosas, dei pakoras, dei kebab e dei curry biologici del caffè bohémien non dovranno sfidare più a lungo gli elementi: un ristorante in mattoni e malta dovrebbe aprirsi entro la fine di 2013. grajmahalaustin.com

12 di 20 Bombay Darbar

Bombay Darbar, Miami

Si potrebbe supporre che i migliori ristoranti di Miami siano cubani-latini, forse, o forse portoricani o argentini. Ma sfortunatamente fuori posto in quella lista è Bombay Darbar a Coconut Grove, classificato No. 5 su TripAdvisor. Dopotutto, Miami è un posto in grado di gestire il caldo. E l'umile, 34-posto Bombay Darbar racchiude un pugno con il suo pollo biryani e agnello Rogan Josh. bombaydarbarrestaurant.com

13 di 20 Per gentile concessione di Karaikudi

Karaikudi, Edison, NJ

Alcuni dicono che il cibo pungente proveniente dalla regione del Chettinad, nel sud dell'India, nel Tamil Nadu sia il più piccante della nazione, il che non sarebbe un'impresa da poco. Questa cucina a base di carne è al centro di Karaikudi lungo la Edison's Oak Tree Road, un hub per l'immensa popolazione indiana del New Jersey, sotto forma di piatti feroci come il pollo al pepe e nandu masala. Chef Floyd Cardoz del North End Grill di New York e vincitore di I migliori Maestri dello Chef è stato conosciuto per entusiasmare il curry di pesce. karaikudiusa.com

14 di 20 Tulsi

Tulsi, Kittery, ME

Kittery non è esattamente un bastione di immigrati indiani. Ma almeno uno ha trovato la sua strada in questa piccola città del New England, sinonimo di outlet mall: Rajesh Mandekar, nato a Mumbai, che ha aperto Tulsi non lontano dai negozi. La tariffa speziata aggiungerà una scossa a una fermata di rifornimento a metà shopping. L'elegante spazio dai toni gioiello offre una gamma impressionante di piatti vegani e senza glutine accanto a un gambero piccante e sapido balchao e curry di agnello del Kashmir. tulsiindianrestaurant.com

15 di 20 Per gentile concessione di Badmaash

Utsav, Vernon, CT

Dietro una facciata indefinibile in un blando centro commerciale del Connecticut, troverai un menu che non fa altro. La parola Utsav è derivato dal sanscrito per "festival" e questo ristorante colorato celebra i sapori di tutta l'India. Detto questo, i due proprietari non possono fare a meno di favorire i piatti dello stato sudoccidentale del Kerala, da cui provengono, una regione nota soprattutto per la sua cucina aromaticamente piccante, in particolare quella di pesce. Ordina il curry di pesce di Amma o il calamaro Cochin. 575 Talcottville Rd .; (860) 871-8714

16 di 20

Jackson Diner, New York City

Il quartiere Queens di Jackson Heights è sinonimo della consistente comunità indiana di New York City, il che significa che è la tua fonte d'ispirazione per i film di Bollywood, i sari spangati e, naturalmente, i mangiati economici e gustosi. Jackson Diner è orgoglioso di essere un istituto 30-plus-year. Il buffet dell'ora di pranzo è un vincitore sicuro: tutto il pollo makhani, curry di capra e Saag Paneer puoi mangiare per $ 9.95. jacksondiner.com

17 di 20 Per gentile concessione di Gandhi Mahal

Gandhi Mahal, Minneapolis

In agosto 2013, un'insolita campagna Kickstarter ha raggiunto l'obiettivo $ 10,000 per un innovativo progetto di agricoltura urbana. La sua forza trainante è stata Ruhel Islam, che è alla ricerca di servire i commensali di Gandhi Mahal la più fresca tariffa indiana da fattoria a tavola possibile. A partire da ora, raccoglie fino a 10,000 chili di cibo ogni anno entro un raggio di due miglia dal ristorante. I risultati dei suoi sforzi sono evidenti nel shahi king korma, un curry di pollo vellutato dolce e salato con zafferano e burro di tandoori. gandhimahal.com

18 di 20 Per gentile concessione di Surati Farsan

Surati Farsan Mart, Los Angeles

Informale chaat case, che servono prelibatezze salate e dolci come bhel puri (riso soffiato, patate e cipolle in salsa di tamarindo) e barfi (un latte condensato e un dolce allo zucchero) sono un'istituzione in India. Incontra il loro omologo LA: Surati Farsan Mart, un mercato informale e un caffè specializzato in autentico cibo vegetariano da strada. Lo troverai in Artesia, un sobborgo comunemente noto come Little India di SoCal. Se è un po 'una camminata, puoi sempre ordinare vassoi di dolci online. suratifarsan.com

19 di 20 Shanen Lloyd

Bombay Club, Washington, DC

Dove vanno a finire i set politici e mediatici della DC quando un desiderio ardente di gamberetti al curry o di agnello vindaloo inizia? Il presidente Obama, Nelson Mandela, Harrison Ford e molti altri hanno optato per il venerabile Bombay Club (parte dell'impero del ristoratore di Washington Ashok Bajaj). Un pianoforte a mezza coda presiede la sala da pranzo neutra, dai toni della terra, ravvivata da sfumature di magenta, e ci sono un sacco di angoli accoglienti perfetti per l'intermediazione di un accordo clandestino. bombayclubdc.com

20 di 20 Joyjeet Bhowmik

Shalimar, San Francisco

Un po 'meno appariscente, una profusione di giunture indiane e pakistane a basso costo abbonda nel quartiere di Tenderloin, certamente abbozzato. Non è per quelli con le disposizioni delicate - di tanto in tanto dovrai combattere con le mosche per il tavolo - ma Shalimar regna sovrano come uno dei preferiti dell'area, grazie alle sue deliziose costolette d'agnello e Nihari stufato. shalimarsf.com