Lodge Dell'Agriturismo Del Belize

La mia prima notte al Belcampo Lodge è punteggiata da ciò che sembra Ozzy Osbourne strangolato nel buio pesto. Il cottage è sospeso in una fitta chioma di rampicanti e alberi di gumbo-limbo, garantendo una privacy naturale, quindi ho scambiato il mio letto per un'amaca sulla veranda protetta per sentirmi più vicino a questa foresta primordiale. Una brezza fa vibrare le fronde di palma quando una pioggia di pioggia si diffonde, portando il profumo del gelsomino. I dadi colpiscono il tetto di zinco corrugato e rotolano a terra molto più in basso. All'improvviso, poco prima dell'alba, il ruggito da Ozzy di una truppa di scimmie urlatrici mi fa sobbalzare, ed è clamorosamente chiaro che sto bivaccando oltre la mia zona di conforto.

Alla prima luce, il loro stridore si è sbiadito, lasciando il posto ai soffici clic dei tucani dalla becco. Presto sono seduto sulla veranda del lodge con un binocolo, tenendo d'occhio il cotone, dove questi uccelli colorati saltano da un ramo all'altro, fino all'arrivo della colazione: un piatto di "padella" (tortillas gonfie), aspro- marmellata di arance, muesli alla nocciola addolcito con cocco e pancetta affumicata alla cannella. Potrei soffermarmi a lungo al mattino, guardando i tucani giocare, ma voglio vedere dove nascono le barrette di cioccolato per bambini.

Alla fine di un vialetto ripido fiancheggiato da torce di zenzero e trombetta fiorita, il paesaggio si apre su un'ampia valle che la squadra agricola Belcampo ha piantato con manioca e colture di copertura di banane. Dentro l'asilo nido incontro il capocantiere Kenny Ramos, un uomo alto e timido con la passione per le orchidee alla vaniglia e rare varietà di cacao. Nel suo tempo libero caccia le piante selvatiche in angoli incontaminati del Belize e tiene traccia dei loro profili genetici.

Intorno a noi ci sono centinaia di alberelli di cacao. Ramos ne prende una e indica un bocciolo verde chiaro innestato sul gambo legnoso.

"Criollo", dice tranquillamente.

"Questo è cosa hai camminato tre giorni nella giungla per trovare? "

Ramos fa semplicemente spallucce, sottintendendo che si trattasse di una passeggiata nel parco, anche se un parco popolato di feroci caduti e serpenti corallini. Tocco attentamente il tenero criollo. Questo potrebbe essere un diretto discendente del misterioso "cacao bianco" che i Maya hanno prima addomesticato 2,500 anni fa? Il favoloso fagiolo perduto che Colombo assaggiò nel suo quarto viaggio nel Nuovo Mondo? Il sapore sacro del graal tra i pasticceri artigianali? Basta che un chocoholic si indebolisca nelle ginocchia.

Belcampo fa parte dell'eccellenza del prossimo trend culinario: più spedizioni sul campo che soggiorni in fattoria, un'esperienza di viaggio in full-immersion nel Belize per intrepidi forager che vogliono camminare sul lato selvaggio, scoprire e degustare edibles esotici in una piantagione di acri 1,000 e adiacente riserva naturale 12,000-acri completa di giaguari e boa constrictor. Originariamente costruito come campo di pesca, la proprietà è stata recentemente reimmaginata e rimarchiata per sfruttare al meglio le straordinarie risorse naturali nel remoto distretto di Toledo, nel sud del Belize. Le sue case per gli ospiti 12 sono sparse lungo una collina che scende bruscamente sulle rive del Rio Grande, che scorre dalle montagne Maya sul confine tra Belize e Guatemala, fino a raggiungere uno sbocco di mangrovie sul Mar dei Caraibi, a soli otto chilometri di distanza. mentre il coccodrillo nuota. Dal posatoio in cima alla collina, la foresta pluviale si svolge in ogni direzione: una grande villa verde che ospita più del 80 di questo paese centroamericano.

Le continue trasformazioni di Belcampo sono il nuovo proprietario Todd Robinson, un investitore di mentalità conservatrice della California, e il CEO Anya Fernald, ex direttore di Slow Food. Hanno intrapreso un ambizioso progetto di "fattoria di origine", dimostrando che il concetto di terroir non si applica solo al vino. Fernald ha stretto rapporti con acquirenti esigenti di cacao e caffè, tra cui Katrina Markoff di Vosges Haut-Chocolat e James Freeman di Blue Bottle Coffee. Arrivano a Belcampo per procurarsi ingredienti rarefatti e per condividere la loro esperienza durante le escursioni culinarie e le masterclass: Markoff ha creato un corso di cioccolato "bean to bar" della durata di una settimana, e Freeman ha in programma di fare lo stesso per gli appassionati di caffè. (Il caffè e il cacao sono ancora colture emergenti per il Belize, rispetto a Costa Rica, Ecuador e Venezuela: quando i criollo di Belcampo maturano - sono ancora cinque anni dalla prima raccolta - la tenuta sarà il singolo più grande coltivatore di cacao nel paese.) Belcampo progetta anche di produrre il proprio rum, dalla canna sollevata sulla proprietà. Nel frattempo, la proprietà sta diventando rapidamente autosufficiente: allevare polli e maiali; coltivare erbe e produrre in un orto di tre acri; persino raccolta di palissandro dal proprio boschetto nella giungla per creare pezzi di servizio per la sala da pranzo. La fattoria di Belcampo è la fonte di quasi tutto sul menu, dalle uova in camicia servite su bollito Chaya lascia a colazione la zecca al mojito confuso durante l'aperitivo.

"Agriturismo è una parola così appiccicosa ", dice Fernald, che è volato dalla California per controllare la costruzione di un nuovo centro educativo dove si terranno i corsi culinari. "I nostri ospiti imparano un modo antico e integrato di coltivare il cibo in un paese isolato al di fuori delle rotte commerciali globali" palapa nell'orto, discutiamo l'attrattiva delle diverse varietà di cacao mentre Ramos spaccatura apre diversi baccelli maturi per esporre i fagioli crudi racchiusi in una poltiglia cremosa. Uno ha una nota astringente agli agrumi, un altro è più floreale.

Fernald ha seri patemi alimentari, avendo lavorato su iniziative culinarie e agricole in più di paesi 30, dalla produzione di formaggi in Sicilia agli allevamenti di bestiame in Uruguay. (È anche un giudice regolare su Iron Chef America.) C'è già una collezione di libri di cucina impressionante nella hall e una nuova macchina per il caffè La Marzocco nella sala da pranzo. Per completare l'esperienza, lo staff di Belcampo accompagnerà gli ospiti nelle vicine fattorie di cacao, giardini botanici e un mercato settimanale nella capitale regionale.

I giorni di mercato iniziano presto a Punta Gorda. Fortunatamente, le scimmie urlatrici sono una sveglia fail-safe. Vado in città appena dopo l'alba di sabato, in compagnia di una delle guide. In Front Street, mi unisco ad altri clienti che pizzicano i prodotti. Intorno a me, i venditori vendono provviste non disponibili nei villaggi periferici: pesce fresco, Tupperware, metri di pizzo, jeans usati. I bambini si intrecciano tra la folla vendendo banane congelate immerse nel cioccolato e nel cocco tostato. Sotto l'ombra di bancarelle improvvisate, le donne maya, con orecchini a cerchio d'oro e camicette arricciate, siedono accanto a mucchi di manioca, curcuma, fagioli secchi e bottiglie di salsa artigianale all'habanero, mentre sul marciapiede opposto, barbuti contadini mennoniti, nella loro paglia cappelli e bretelle, scaricare cocomeri succosi e broccoli. È la più bizzarra giustapposizione dell'agricoltura. E di culture. Il Belize non è tanto un melting pot come un focolaio di fuggiaschi e rinnegati, dove discendenti di confederati, schiavi caraibici, indiani orientali, bucanieri britannici e mesoamericani indigeni si aggrappano alle loro tradizioni culinarie sotto una tettoia della giungla condivisa. Compro un sacco di semi di zucca tostati da una signora che indossa un grembiule viola a quadretti, poi guardo un altro fare tortillas impastate a mano su un disco di metallo riscaldato chiamato un comico.

Lungo il lungomare di Punta Gorda, sono attirato dall'aroma dolce del Cotton Tree Chocolate. Apro la porta sullo schermo del negozio e faccio un rapido giro dei locali. Loro fanno tutto qui, dai chicchi di tostatura alle caramelle di stampaggio. Nelle famiglie maya tradizionali usano a ca'aj, un mortaio di roccia ricurva, per temperare i semi di cacao, arrotolandoli rapidamente avanti e indietro fino a quando non vengono macinati in una pasta ruvida. Questa pura forma di cioccolato è diluita con acqua calda per una bevanda dal sapore forte che fornisce uno scossone maggiore rispetto al caffè. Il negoziante mi regala un pezzo di cioccolato intensamente scuro che si scioglie sulla mia lingua. È buono come tutti i pasticceri parigini o newyorkesi - meglio, forse, per essere assaporato così vicino alla fonte.

Di ritorno al lodge, la mia prossima lezione di orticoltura coinvolge un machete 27. Sballottando attraverso un campo desolato alla base della collina di Machaca, Kenny Ramos guida una quattro ruote Polaris su una pista di fango solcata. Entriamo in una zona crepuscolare di vegetazione aggrovigliata. Francisco Ack, un altro dei braccianti, si arrampica e ingrandisce diverse palme cohune. Questa è una pianta madre: le fronde sono usate dai Maya per il thatch; le noci producono olio da cucina; la corteccia interna fornisce cibo per maiali e polli. Niente va sprecato. Dopo alcune raspe della lama su una pietra per affilare, Ack rimuove il cohune fino a quando il nucleo non viene esposto. Quindi consegna il machete. Ramos mi insegna a tenerlo con due mani, come una mazza da baseball.

Thunk, thunk. Maneggiare un coltello lungo più di due piedi richiede più precisione di quanto mi aspettassi, specialmente quando si affetta un cuneo in quello che sembra un carciofo troppo grande. Gli uomini che picchiavano erba indisciplinata nei campi l'avevano fatto apparire senza sforzo. Passo la lama indietro a Ack per finire il lavoro. Lui taglia il palmo verso il basso e separa il suo cuore in pochi minuti. Il centro dall'aspetto cremoso, una volta cotto, può facilmente alimentare due dozzine di persone.

A una cena in famiglia al lodge quella sera, il cuore di palma viene preparato in due modi: tagliato su insalata e cotto in poltiglia con una radice di curcuma fresca fino a quando non assomiglia ad un indiano orientale Palak Paneer. Kimchi ricavato da cavoli raccolti in giardino viene servito insieme a johnnycakes e salsa di fagioli neri. Successivamente, bastoncini di manioca fritti, che abbiamo schiacciato in salsa con foglie frondose culantro, un cugino tropicale di coriandolo. Pollo alla brace glassato con rum e zucchero di canna e una lombata di maiale bollita nella crema al cocco sono deliziosi e accoglienti. (Mentre la maggior parte dello staff di Belcampo è Maya, la squadra di cucina è principalmente Garifuna, una minoranza etnica di St. Vincent, che è padrona del lento brasiliano stile caraibico.) C'è anche un ceviche di pesci leone, una piccola invasiva che è stata rapidamente travolgente specie di barriera locale; la carne è sorprendentemente delicata e saporita quando sfilettata e stagionata con la calce.

Nel mio ultimo pomeriggio esco sul fiume con Emmanuel Chan, uno degli esperti di uccelli residente di Belcampo. Mi incontra nella hall, vestito di kaki dalla testa ai piedi; da qui un tram ci scende giù attraverso la foresta pluviale verso un molo sul Rio Grande. Chan lancia due kayak e noi remiamo contro la corrente pigra. Le rive sono fitte di iris paludoso e palme jipijapa. Un airone sobbalza e vola via in curva.

Chan indica una silhouette scura e pelosa alta in un albero di mogano. "Non si vedono spesso urlanti soli", dice. "Probabilmente è un maschio giovanile che è stato cacciato dalla truppa." Chan cerca di attirare l'attenzione della scimmia, ma ci ignora, addormentato nella calura del giorno. Senza dubbio l'inizio del tramonto cambierà quello. Sono solo felice di vedere finalmente una di queste rauche creature della giungla, la cui musica notturna ha colorato i miei sogni.

Shane Mitchell è il corrispondente speciale di T + L'.

Alberghi
$ Meno di $ 200
$$ 200 $ a $ 350
$ $ $ 350 $ a $ 500
$ $ $ $ 500 $ a $ 1,000
$ $ $ $ $ Più di $ 1,000

Ristoranti
$ Meno di $ 25
$$ 25 $ a $ 75
$ $ $ 75 $ a $ 150
$ $ $ $ Più di $ 150

Arrivarci

Vola all'aeroporto internazionale di Goldson (BZE) di Belize City, quindi prendi il volo 70-minute per Punta Gorda su Tropic Air. Belcampo organizzerà un trasferimento in auto 15 minuti dall'aeroporto.

Restare

Lodge Belcampo Punta Gorda; belcampoinc.com. $ $ $

Do

Cioccolato di cotone Punta Gorda; cottontreechocolate.com.

La cucina di Joycelyn Allegra baracca sul lungomare che serve frittura di pesce del Belize con platano, riso e fagioli. Punta Gorda; 011-501 / 661-9267. $

Borse Maya Borsette di lana colorate tessute su telai tradizionali. Punta Gorda; mayabags.org.

Leggi la guida di T + L'agli hotel del Belize per ulteriori idee sugli alloggi in Belize.