Le Migliori Barre Key West 7 Da Visitare In 2018

La storia di Key West può essere intrisa di spiriti; I rumrunner del proibizionismo mettono qui alcuni dei primi speakeasies sulla mappa. Gli iconici bar di Duvall Street, Sloppy Joe's e Captain Tony's, hanno reso il centro leggendario per le feste.

Ma ultimamente, in tutta l'isola sono spuntati ingredienti più premurosi e menu curati, in distillerie, speakeasy e bar, in un revival del keytailing di Key West.

Alla prima distilleria di rum legale, lo chef Paul Menta fabbrica un sei volte distillato dalla canna da zucchero della Florida e lo invecchia in barili incrostati di acqua di mare. Il risultato è un rum poco resistente con aroma di pera e butterscotch di canna e vaniglia della quercia carbonizzata. I suoi spiriti sfumati si possono trovare in giro per la città in bar come Sloppy Joe's e Rum Row, il bar a bordo piscina del design hotel The Gates, un bel motel retrofittato con il suo camion di cibo. Il ristorante di Menta, il Granchio scalpello, ha recentemente reinventato il suo programma di bar in modo che tutto ciò che viene servito sia locale, stagionale o biologico, inclusi i vini e gli alcolici.

RosaIreneBetancourt 12 / Alamy Foto d'archivio

L'approccio mind-of-a-chef sta emergendo in nuovi bar come l'Other Side, uno speakeasy all'interno di una dimora storica in Caroline Street. Sgabelli in pelle trapuntata circondano un bar in marmo dove i classici prendono il sopravvento in coupé e highball. Oltre ai rum, il menu è ricco di whisky, gin e vermouth.

I ristoranti in città hanno continuato la tendenza. Agave 308, una cantina con decorazioni Day of the Dead, è stata una delle prime barre di Key West a rompere il modello di premade, miscelatori di scatolette. Succhi di frutta freschi e tequila infuse in casa sono la base per cocktail creativi come l'Angel Bird, realizzati con tequila ibisco infuso e liquore di albicocca. A Two Cents, noto per il suo elevato comfort food, lo staff crea un nuovo cocktail ogni sera con prodotti freschi e liquori di alta gamma e infusi in casa.

Per non essere da meno, anche gli hotel di lusso hanno un interesse nel gioco. Il nuovo Saint Hotel, che prende il comando dalla sua proprietà gemella a New Orleans, serve cocktail artigianali nel suo moderno Pilar Bar di metà secolo. E il sontuoso brunch all-you-can-eat a Hot Tin Roof all'interno del resort Ocean Key comprende un bar Bloody Mary gestito dallo chef con fissaggi fatti in casa come fagiolini in salamoia e bacon candito.