L'Aeroporto Di 19 Scariest Landings In The World

Getty Images / Westend61 RM

Allacciati e preparati per qualche turbolenza.

È abbastanza comune essere un aviatore nervoso. In realtà, si stima che circa il 25 per cento degli americani riferisce di avere dei nervi quando decollano su un aereo.

Ci sono molti modi diversi per affrontare il volo. Alcuni bevono un drink al bar dell'aeroporto prima di salire, mentre altri si affidano alle app per far sapere loro esattamente cosa succede quando un aereo si piega. E anche se non dovremmo mai dissuadere qualcuno dal viaggiare solo per timore di volare, ci sono alcuni aeroporti di cui i passeggeri apprensivi potrebbero voler essere a conoscenza prima di prenotare un viaggio.

Che sia perché la pista finisce in una ripida scogliera, l'area è soggetta a turbolenze intense, o la pista stessa è fatta di ghiaccio fragile e fragile, questi aeroporti mettono alla prova i limiti del viaggiatore più fresco, calmo e raccolto.

Allacciati e preparati per qualche turbolenza. Ecco gli aeroporti più spaventosi di 19 nel mondo.

1 di 19 Loop Images / UIG tramite Getty Images

Aeroporto di Barra, in Scozia

L'aeroporto dell'Isola di Barra è l'unico al mondo che è solo una spiaggia. Si trova sul bordo dell'Oceano Atlantico ed è spesso citato tra gli atterraggi più spaventosi del mondo per la sua notoriamente breve pista. E una delle altre piste va sott'acqua ed è off-limits durante l'alta marea.

2 di 19 Adam Mukamal / Getty Images

Aeroporto internazionale Princess Juliana, St. Maarten

Questa è una delle discese aeroportuali più famose al mondo. Atterrare all'aeroporto Princess Juliana comporta alcune manovre difficili in cui un pilota porta l'aereo direttamente su una spiaggia, pieno di persone che si abbronzano, che si tuffano nell'acqua e che puntano in aereo.

3 di 19 rococofoto / Getty Images

Aeroporto Gustaf III, St. Bart's

Entrare in St. Bart comporta una discesa a denti stretti attraverso una raffica di venti trasversali. E non è molto più facile uscire: i piloti volano direttamente su una spiaggia dove le persone inevitabilmente si stanno stendendo.

4 di 19 Getty Images / Lonely Planet Images

Aeroporto Tenzing-Hillary, Nepal

Per gli esploratori che mirano a scalare l'Everest, la prima tappa è spesso questo vertiginoso aeroporto di montagna. È stato nominato "l'aeroporto più spaventoso del mondo" per la sua piccola pista (solo 500 metri) che è stato scolpito in un costone di montagna e si trova proprio accanto a un salto 9,800-piede.

5 di 19 Getty Images / iStockphoto

Aeroporto di Madeira, Portogallo

L'approccio all'aeroporto di Madeira è quello in cui gli aviatori nervosi dovrebbero tenere gli occhi chiusi. Infatti, per atterrare lì, i piloti devono sottoporsi a una formazione specifica aggiuntiva. La pista non è solo corta, è spesso un sito di forti venti e turbolenze. Su entrambi i lati della pista ci sono colline rocciose e dopo l'aeroporto, è una dritta discesa nell'oceano.

6 di 19 Oli Scarff / Getty Images

Aeroporto internazionale di Gibilterra, Gibilterra

La pista dell'aeroporto internazionale di Gibilterra è eccezionale per una ragione molto snervante: si interseca con la strada più trafficata dell'isola. Quando gli aeroplani devono atterrare, il traffico sull'autostrada a quattro corsie viene fermato per i minuti 10.

7 di 19 Getty Images / iStockphoto

Aeroporto di Courchevel, Francia

Questo aeroporto di montagna è stato reso famoso nel film di James Bond "Tomorrow Never Dies". È considerato tra i più pericolosi al mondo per la sua pista di atterraggio in salita e le piste da sci che si trovano precariamente vicine.

8 di 19 FREDERIC J. BROWN / AFP / Getty Images

Aeroporto di Kai Tak, Hong Kong

L'aeroporto Kai Tak di Hong Kong è uno dei più fotografabili del continente. L'aeroporto è delimitato da tonnellate di grattacieli e montagne a nord mentre la sua unica pista è quella che si protende direttamente nel Victoria Harbour.

9 di 19 Fotograferen.net/Alamy

Aeroporto Juancho E. Yrausquin, Saba

L'aeroporto di Saba è noto per avere la pista di atterraggio più corta al mondo. È lungo solo 400 e, proprio alla fine della pista, c'è una scogliera e una ripida discesa nel Mar dei Caraibi.

10 di 19 EyesWideOpen / Getty Images

Aeroporto di Paro, Bhutan

L'unico aeroporto internazionale di tutto il Bhutan è così infido, i piloti devono ricevere una licenza speciale e un addestramento per atterrare lì. Al fine di ottenere in sicurezza un aereo sulla pista, i piloti devono percorrere una serie di valli (punteggiate di case) e forti venti tra le cime montuose.

11 di 19 ORLANDO SIERRA / AFP / Getty Images

Aeroporto di Toncontín, Honduras

È impossibile per i piloti legati a Tegucigalpa avvicinarsi frontalmente a questa pista. Poco prima dell'atterraggio, i piloti devono completare una svolta all'ultimo minuto di 45 e combattere i venti contrari provenienti dalle montagne circostanti per atterrare in sicurezza.

12 di 19 Getty Images / Cultura RF

Aeroporto di Tioman, Malesia

Lo sbarco a Tioman Island è uno che mantiene i piloti a bordo fino a quando l'aereo non si ferma completamente, al sicuro sul terreno. Per prima cosa, i piloti devono andare dritti verso una montagna e poi tirare una rapida svolta di 90 per allinearsi con la pista, ma hanno solo uno spazio limitato per rallentare. Alla fine della pista c'è una scogliera con una caduta molto ripida nelle acque sottostanti.

13 di 19 TORSTEN BLACKWOOD / AFP / Getty Images

Ice Runway, Antartide

Questo aeroporto dell'Antartide ha uno degli sbarchi più scivolosi al mondo che può essere utilizzato solo durante la stagione "estiva" del continente. Si tratta di una pista di ghiaccio bianca con uno strato di neve compatta 4-inch sulla parte superiore per aiutare ad ammortizzare atterraggi e decolli.

14 di 19 Per gentile concessione di Tom Claytor - www.claytor.com

Matekane Air Strip, Lesotho

I piloti non hanno molto tempo per assicurarsi se stessi su questa piccola pista di atterraggio del Lesotho, in Africa. Alla fine della passerella c'è una sporgenza precaria e una scogliera di 2,000-piede. L'aeroporto stesso è spesso utilizzato da associazioni di beneficenza e medici per raggiungere le aree più remote del paese.

15 di 19 Bjarki Reyr / Alamy

Aeroporto di Narsarsuaq, Groenlandia

L'aeroporto difficile da pronunciare è uno degli unici due in Groenlandia in grado di gestire velivoli commerciali. È circondato da condizioni instabili di ghiaccio e neve, e non è raro che gli iceberg interferiscano con il percorso di arrivo e partenza. È così pericoloso che i piloti possono solo decollare o atterrare in aeroporto durante le ore diurne.

16 di 19 Getty Images / Perspectives

Aeroporto internazionale di Ketchikan, Alaska

Il quinto aeroporto più trafficato dell'Alaska è forse il più strabiliante. A causa delle condizioni meteorologiche imprevedibili, è fondamentalmente garantito che i passeggeri sono in atterraggi turbolenti. È noto che la pioggia gelata della zona si è spostata completamente lateralmente, ma ciò non impedirà a un aereo di atterrare lì.

17 di 19 Getty Images / Robert Harding World Imagery

Aeroporto internazionale di Male, Maldive

Il principale aeroporto internazionale delle Maldive è quello che prende un atterraggio controllato. Si trova sulla punta dell'isola di Hulhule ei passeggeri sono stati conosciuti per spaventare un po 'durante l'atterraggio, pensando che l'aereo è destinato a superare la pista e atterrare nelle acque blu dell'isola.

18 di 19 newsfocus1 / Getty Images

Aeroporto Nazionale di Skiathos, Grecia

Le piste di Skiathos possono essere spaventose, non importa come ti avvicini a loro. Il downslope su una delle piste dell'aeroporto rende impossibile per i piloti vedere la fine della pista dal loro punto di atterraggio. E c'è un'altra pista che richiede ai piloti di volare e atterrare direttamente sulla città di Skiathos stessa, creando un ottimo servizio fotografico.

19 di 19 Leif Johan Holand / Getty Images

Aeroporto Sandane, Norvegia

Questo aeroporto nella Norvegia occidentale ha una storia molto documentata con incidenti. L'area è soggetta a forti venti e turbolenze. È annidato tra due fiordi, il che significa che i piloti devono inchiodare il loro atterraggio in uno spazio molto stretto.